Beatrix von Storch
|

Beatrix von Storch sospesa da Twitter e Facebook per un attacco agli stupratori di gruppo musulmani

Beatrix von Storch è stata sospesa da Twitter e Facebook per un tweet sulle orde di stupratori arabi scritto per protestata contro il messaggio di auguri in arabo inviato dall’account della polizia del Bundesland Nordreno-Vestfalia, NRW. Di origini nobili, Beatrix von Storch è una delle più importanti rappresentanti di Alternativa per la Germania, il partito di destra nazionalista che ha ottenuto poco meno del 13% alle ultime elezioni federali. La parlamentare, appena eletta al Bundestag dopo esser stata parlamentare europea, è la vicepresidente federale di AfD.

Beatrix von Storch
Il post su Facebook in cui Beatrix von Storch racconta la cancellazione del tweet e si chiede se possa scrivere certe cose su Facebook

Beatrix von Storch sospesa da Twitter e Facebook per un attacco agli stupratori di gruppo musulmani

AfD è la formazione che ha riportato il nazionalismo tedesco all’interno del Bundestag, il parlamento della Germania, dopo che nel secondo dopoguerra le istanze più conservatrici erano state rappresentate dai moderati democristiani di Cdu e Csu. Il blocco imposto da Twitter a Beatrix von Storch è stata la prima conseguenza della nuova legge contro le fake news e l’hate speech approvata dalla Germania nella scorsa legislatura. In presenza di contenuti falsi, violenti o razzisti i più importanti social media sono obbligati a segnalarli o rimuoverli per evitare multe. Una norma controversa, visti i i possibili rischi di censura.

 

LEGGI ANCHE > LE FOTO DEL CAPODANNO A ROMA (CHE INVECE SONO IMMAGINI DEI CONCERTI DI SPRINGSTEEN E ROLLING STONES) PUBBLICATE DA ATTIVISTI M5S

Beatrix von Storch e i suoi compagni di partito di Alternativa per la Germania hanno prontamente denunciato la censura subita. La parlamentare di AfD aveva commentato con parole molto aspre  e islamofobe il tweet di auguri di buon anno scritto in arabo, così come nelle più usate lingue al mondo, dalla polizia del più popoloso Bundesland della Germania, il Nordreno-Vestfalia. «Cosa diavolo succede nel nostro Paese? Perché un profilo ufficiale della polizia del NRW twitta in arabo? Pensano di poter calmare così le barbariche orde musulmane di uomini che fanno stupri di gruppo?». Il polemico tweet di Beatrix von Storch era riferito alle molestie sessuali di Colonia verificatesi nel Capodanno del 2016, quando decine di donne erano abusate, verbalmente o fisicamente, da numerosi richiedenti asilo che avevano agito in gruppo, creando un caso mondiale. Dopo esser stata sospesa da Twitter, Beatrix von Storch ha postato lo stesso tweet su Facebook, che l’ha poi fatto sparire. Ora entrambi i canali social della vicepresidente di Alternativa per la Germania sono attivi, mentre la polizia di Colonia l’ha denunciata per incitazione all’odio razziale.

 

Foto copertina: Simone Kuhlmey/Pacific Press via ZUMA Wire)