Vito Crimi ha un conflitto di interessi con la sua compagna Paola Carinelli nel nuovo statuto M5S

di Redazione | 02/01/2018

Vito Crimi

Vito Crimi e Paola Carinelli aspettano un figlio. La coppia, formata da un senatore e da una deputata del M5S, entrambi eletti in Lombardia, lo ha annunciato con un post su oguna delle proprie pagine Facebook. «Oggi inizia un nuovo anno. Sarà un anno speciale e ricco di novità, anche per noi tre. Auguriamo a tutti il meglio che la vita possa darvi, dal profondo del cuore. Vito e Paola».

Vito Crimi ha un conflitto di interessi con la sua compagna Paola Carinelli nel nuovo statuto M5S

Oltre agli auguri per il bambino in arrivo, a cui ci associamo, il post che ha annunciato la nascita del figlio della coppia ha suscitato più di un malumore online e tra i parlamentari 5 Stelle per il conflitto di interesse di Vito Crimi e Paola Carinelli in relazione ai loro nuovi incarichi nei più importanti organismi dell’associazione Movimento 5 Stelle. Nel nuovo organigramma, guidato dal garante Beppe Grillo, e dal capo politico e tesoriere Luigi Di Maio, Vito Crimi e Paola Carinelli sono componenti di due organismi fondamentali, il comitato di garanzia e il collegio dei probiviri.

 

LEGGI ANCHE > LE FOTO DEL CAPODANNO A ROMA (CHE INVECE SONO IMMAGINI DEI CONCERTI DI SPRINGSTEEN E ROLLING STONES) PUBBLICATE DA ATTIVISTI M5S

Crimi è uno dei parlamentari più legati a Gianroberto Casaleggio e Beppe Grillo, tanto da esser stato indicato come il primo presidente del gruppo M5S al Senato a inizio legislatura, quando a Palazzo Madama si temeva che fuoriuscissero eletti pentastellati per sostenere il governo di Pierluigi Bersani. Secondo il nuovo statuto dell’associazione Movimento 5 Stelle il comitato di garanzia ha compiti particolarmente rilevanti. In particolare suscita perplessità il legame tra Vito Crimi e Paola Carinelli per l’intervento del comitato di garanzie sulle  candidature per le elezioni politiche. Il rapporto tra controllore e controllati emerge anche per quanto riguarda i compiti del collegio dei probiviri. Secondo il comma b dell’articolo 10 dello statuto dell’associazione Movimento 5 Stelle «i componenti del Collegio dei Probiviri sono revocabili mediante consultazione in Rete su proposta del Garante, previo parere conforme del Comitato di Garanzia». Una evidente situazione di conflitto tra il ruolo di Vito Crimi e quello della compagna Paola Carinelli. Secondo Repubblica alcuni parlamentari avrebbero definito allucinante questo conflitto di interessi.

TAG: Vito Crimi