Bambin Gesù decapitato nel presepe di Carpi, gli inquirenti sulla pista satanica

di Redazione | 28/12/2017

Bambin Gesù decapitato

A due giorni da Natale, una terribile scoperta sul sagrato della Cattedrale di Carpi: il Bambin Gesù era stato decapitato. Un taglio netto, difficilmente riconducibile a un incidente. Opera probabilmente di vandali, ma gli inquirenti non escludono che dietro all’episodio si celi l’ombra del satanismo.

Il presepe di Carpi già lo scorso anno era stato mutilato: erano state rubate le statuette di Maria e di Gesù proprio nella notte di Natale. Come l’anno scorso, l’opera monumentale è stata realizzata dallo scultore Romano Cornia, che alla Gazzetta di Reggio ha detto che quest’anno l’intenzione è quella di reagire in modo diverso all’oltraggio subito: se il dicembre scorso la Madonna e il Bambinello erano state immediatamente sostituiti, ora il Bambin Gesù decapitato resterà in bella mostra. L’obiettivo è che la cittadinanza si renda conto della gravità del gesto.

BAMBIN GESÙ DECAPITATO A CARPI, IL VESCOVO: «ATTO IGNOBILE»

Reazione dura anche dal vescovo di Carpi, Francesco Cavina: «Questo gesto ci amareggia molto, faremo tutto il possibile per scoprire chi è il responsabile di questo atto ignobile», ha detto il monsignore, chiedendosi «a chi ha fatto del male quel Gesù Bambino per essere così profanato?». Il vescovo per denunciare l’episodio del Bambin Gesù decapitato, ha ricordato le parole di Papa Francesco sulla laicizzazione del Natale, «in nome di un falso rispetto che non è cristiano, che spesso nasconde la volontà di emarginare la fede», eliminando così «dalla festa ogni riferimento alla nascita di Gesù».

«Queste parole – ha concluso monsignor Cavina – devono fare riflettere, perché l’insegnamento di Gesù Cristo e ciò che il Natale rappresenta sono patrimonio di tutti, indistintamente. Per questo, se da un lato conforta la spontanea vicinanza di moltissime persone, dall’altro preoccupa e dispiace il silenzio di tanti altri».

BAMBIN GESÙ DECAPITATO ANCHE A TORBOLE CASAGLIA (BRESCIA)

Non solo a Carpi si indaga sul Bambin Gesù decapitato: analoga mutilazione è avvenuta alla statuetta del presepe di Torbole Casaglia, in provincia di Brescia, come riporta BresciaToday. L’atto vandalico, su cui stanno indagando i carabinieri, risale alla notte del 25 dicembre

 

Foto copertina: la cattedrale di Carpi da Instagram

TAG: Carpi, presepe