Dopo le polemiche, rubato il bambinello nero dal presepe di Viareggio

di Alice Bellincioni | 28/12/2017

bambinello nero

La notte di Natale i bambin-Gesù hanno popolato i presepi di tutta Italia. A Viareggio, però, la statuetta è stata accolta con minor gioia rispetto agli anni passati. Il motivo? Il bambinello è nero. Così il presepio di piazza Mazzini è diventato motivo di accese polemiche nella cittadina toscana. «I benpensanti si sono scandalizzati…», ha spiegato il presidente della Misericordia di Viareggio, Gabriele Cipriani, al Tirreno. E scandalizzata si dice anche la presidente della Croce Verde di Viareggio, Carla Vivoli, che al quotidiano locale precisa però: «Certo non dal Bambinello nero, ma dai 31 parlamentari del Pd che non erano in aula per votare la legge sullo “Ius soli” per la quale è mancato il numero legale. Questo mi indigna. Per il resto, sulla pelle dei bambini non si discute».

A VIAREGGIO POLEMICHE PER IL BAMBINELLO NERO NEL PRESEPE

Peccato che il bambinello nero non simboleggiasse nessuna battaglia politica. La statua ha fatto rizzare i capelli agli esponenti locali della Lega Nord – «Mi chiedo se sia giusto strumentalizzare così una tradizione della nostra cristianità. La palese ostentazione di buonismo a fine propagandistico è di un’evidenza tale che a nessuno sfugge come il Bambin Gesù abbia un colore della pelle diverso da quella di Giuseppe e Maria», ha commentato la consigliera regionale Elisa Montemagni – ma in realtà aveva uno scopo anti-furto, come ha spiegato su Facebook il sindaco Giorgio Del Ghingaro.

Il bambinello nero è stato messo per evitare che venisse rubato. Insomma, in un certo senso, usando la stessa logica di chi ha scritto i commenti razzisti, si immaginava che la statuetta di colore fosse meno appetibile per ladri e delinquenti. Fa quasi piacere sapere che non è stato così: mentre imperversava la polemica sui social, qualcuno si è recato in piazza Mazzini e ha prelevato il bambinello nero, esattamente al pari di quelli bianchi. Stupito il sindaco Pd, che su Facebook annuncia: «Non ci crederete: dopo quello bianco, si sono fregati anche il Gesù Bambino nero».