santo stefano
|

Perché il 26 dicembre si festeggia Santo Stefano?

Santo Stefano è una festa cristiana che si celebra il 26 dicembre dalla Chiesa cattolica e da alcune Chiese protestanti. La Chiesa ortodossa lo celebra il 27 dicembre. In base al Nuovo Testamento Stefano è il primo martire del cristianesimo, cosiddetto protomartire.

LEGGI ANCHE:

PERCHÉ IL 21 APRILE SI FESTEGGIA IL NATALE DI ROMA

ITALIA1 SPIEGA PERCHÉ OGNI NATALE C’È “UNA POLTRONA PER DUE”

26 DICEMBRE: LA STORIA DI SANTO STEFANO

Santo Stefano intorno all’anno 36 d.C. fu accusato di blasfemia dal sinedrio e condannato alla morte per lapidazione. Uno dei suoi principali inquisitori fu Saulo di Tarso, che poi diventerà a sua volta San Paolo.
Il 26 dicembre è festa nazionale in Austria, Città del Vaticano, Croazia, Danimarca, Germania, Irlanda, Italia, Romania, San Marino e Svizzera italiana. Non sempre però si è celebrato Santo Stefano. Si tratta di un festivo attivo dal 1947.

26 DICEMBRE: SANTO STEFANO? NO BOXING DAY

Nei paesi anglosassoni il 26 dicembre non è il giorno di Santo Stefano ma il boxing day. Tradizionalmente si regala qualcosa ai poveri lasciandolo nelle cassette fuori dalle parrocchie. Se cade di domenica la si può associare con l’inizio dei saldi. Durante il boxing day i più tradizionali usano la giornata per inaugurare la caccia alla volpe.

 

(Un gabbiano in piazza San Pietro durante la recita dell’Angelus di Papa Francesco, Città del Vaticano, 24 dicembre 2017. ANSA/GIUSEPPE LAMI)