Lorella Zanardo e Formigli
|

La femminista Lorella Zanardo contro Formigli: «Poche donne a Piazzapulita»

Polemica social tra Lorella Zanardo e Formigli. La scrittrice e attivista femminista ha accusato il giornalista su Twitter di invitare poche donne alla sua trasmissione. «Riuscite a crederci? – ha twittato – in Italia il giornalista Corrado Formigli non ha quasi mai invitato donne al suo talkshow Piazzapulita». L’hashtag finale racchiude il senso dell’accusa: #misoginy.

Al tweet di Lorella Zanardo ha risposto direttamente Formigli: «Piazzapulita ha ospitato 47 donne nelle 15 puntate di questa stagione – ha cinguettato il conduttore di La7 – tutte sicuramente meglio informate di lei». L’autrice de Il corpo delle donne ha immediatamente ribattuto: «La seguo con grande attenzione Fomigli, basta riguardare le trasmissioni». E poi il suggerimento: «Non si inalberi, ma inviti le donne».

SCONTRO SU TWITTER TRA LORELLA ZANARDO E FORMIGLI

Evidentemente la Zanardo ha guardato con grande attenzione Piazzapulita anche ieri sera: diversi i tweet della femminista durante l’ultima puntata, dedicata alla vicenda di Banca Etruria. Tra gli ospiti Marco Damilano, Alessandro Di Battista, Matteo Orfini, Vittorio Sgarbi, Federico Rampini, Gianluigi Paragone, Alessandro De Angelis, Barbara Venuti, Alessandro De Nicola. In effetti le donne erano in netta minoranza, cosa che la femminista ha subito fatto notare sul social network, rivolgendosi anche all’editore Urbano Cairo: «Sono le donne che acquistano i prodotti che vendete negli spazi pubblicitari. Intervenga!». E poco dopo la minaccia: «Da gennaio faremo presenti ai vostri investitori che noi donne non siamo considerate, mentre siamo noi le decisori d’acquisto».

Nel dibattito tra Lorella Zanardo e Formigli il pubblico di Twitter è diviso: c’è chi attacca la femminista, accusandola di non aver fatto bene i conti sul numero di ospiti donne alla trasmissione e chi invece non solo le dà ragione, ma aggiunge un nuovo particolare alla polemica sulla presunta misoginia di Piazzapulita: il programma si sarebbe occupato troppo poco del tema delle molestie sessuali, invitando a parlarne in trasmissione solo Selvaggia Lucarelli, Melissa Panarello e Vladimir Luxuria.