|

Di Maio: «Il taglio delle tasse? Lo finanzieremo in deficit» | VIDEO

Il taglio delle tasse alle imprese? «Lo finanzieremo anche in deficit». Il reddito di cittadinanza? «È una priorità e serve a trovare lavoro». È quanto afferma il candidato premier del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio, oggi impegnato in incontri con alcuni imprenditori presso l’Interporto Campano, a Nola (Napoli).

Luigi Di Maio, il reddito di cittadinanza e il taglio delle tasse alle imprese in deficit: video

Interpellato sul programma economico durante la visita alla Angelo Carillo spa il vicepresidente della Camera, che pochi giorni fa ha ribadito l’intenzione di tagliare le pensioni più alte, ha dichiarato: «Il reddito di cittadinanza è una misura per far ripartire i consumi e aiutare i cittadini che si trovano sotto la soglia di povertà non ad essere mantenuti dallo Stato ma a trovare un lavoro. Vogliamo introdurre un meccanismo di formazione». «Serve una manovra shock sulle tasse alle imprese, abbassamento del costo del lavoro, se serve in deficit». Un mancato rispetto dei vincoli europei? Per Di Maio no. «Andremo ai tavoli europei e contratteremo. La Francia viola il trattato di Maastricht continuamente e lo fa sforando il 3% e investendo in politiche per la famiglia. Sono il primo Paese per nascite, noi l’ultimo. Qui non c’è sostegno a chi fa figli. Lì ti rimborsano anche baby sitter e asilo nido fino al terzo figlio. E lo fanno anche sforando il 3%».

(Immagine di Giornalettismo)