Proseccoli Kids
|

Quel Prosecco al lampone per bambini venduto in Svizzera che fa arrabbiare tutti

Lo ha portato alla ribalta del grande pubblico un post su Facebook postato nel gruppo «Sei di Valdobbiadene se…», ma era un problema ben noto al consorzio del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene. Negli scaffali della catena di supermercati svizzera Migros è comparso, accanto a vini e spumanti, una sorta di prosecco per bambini. Al lampone e senza alcol. Il suo nome è Proseccoli Kids.

LEGGI ANCHE > L’incredibile disinformazione sul Prosecco italiano che fa «sbriciolare i denti»

PROSECCOLI KIDS, ECCO DI COSA SI TRATTA

Una vera e propria aberrazione: una bottiglia dai colori molto accesi, che in etichetta ha festoni e palloncini, riproduce in scala la forma tipica di quelle utilizzate per conservare il prosecco (con tanto di tappo pronto da far saltare). Inoltre, la bevanda – frizzante e dolcissima – sembra essere fatta apposta per permettere ai bambini di accompagnare i grandi nei loro brindisi natalizi e di fine anno.

Insomma, grazie anche all’assonanza con il nome (Prosecco-Proseccoli), la bevanda distribuita in svizzera punta proprio a imitare – anche se da lontano – lo spumante tipico del Veneto. Che ha un disciplinare ben preciso e che non può in nessun modo essere violato.

PROSECCOLI KIDS, LA REAZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSORZIO ZANETTE

La questione, oltre a essere diventata virale sui social network e a suscitare un forte sentimento di indignazione negli utenti di Facebook e Twitter (specialmente quelli autoctoni), è ben nota al presidente del consorzio del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene. Intercettato dal quotidiano Il Gazzettino, Stefano Zanette ha affermato di essere a conoscenza del prodotto Proseccoli Kids: «È soltanto uno dei tanti episodi all’ordine del giorno – ha affermato Zanette -. E il punto è che non c’è assolutamente rimedio. Tuttavia, posso assicurare che si tratta di una delle patate bollenti sulla storpiatura del nome e del marchio Prosecco che è in mano ai nostri avvocati».

Non soltanto un evidente tentativo di appropriarsi di un brand di successo. Proseccoli Kids – lanciato come «spumante per bambini» – non è propriamente quello che si può definire educativo.