Antoine Griezmann
|

Antoine Griezmann cancella il tweet sugli Harlem Globetrotters per l’accusa di razzismo sul blackface

Antoine Griezmann è stato costretto a cancellare un tweet sugli Harlem Globetrotters per l’accusa di razzismo associata al blackface, la pratica di pitturarsi la faccia di nero da parte dei bianchi a scopo di irrisione. Il giocatore dell’Atletico Madrid aveva condiviso sul suo profilo Twitter una foto che lo ritraeva con la divisa degli Harlem Globettroters, le faccia dipinta di nero per assomigliare a un giocatore di colore.  La reazione all’oscuramento del colore della sua pelle è stata però molto negativa, tanto da esser associato al blackface, una pratica diffusa nel Sud razzista degli Stati Uniti.

 

Antoine Griezmann cancella il tweet sugli Harlem Globetrotters per l’accusa di razzismo sul blackface

Antoine Griezmann

 

Antoine Griezmann aveva condiviso su Twitter la foto vestito e pitturato da giocatore degli Harlem Globetrotters, dicendo che si stava recando a una festa dedicata agli anni ottanta. La foto era per l’attaccante francese un tributo al periodo più glorioso degli Harlem Globetrotters, squadra di basket che si è specializzata in una versione molto spettacolare del gioco, unendo la tecnica ad aspetti circensi.  Gli Harlem Globetrotters sono composti unicamente da giocatore di origine afro-americana, e probabilmente per questo motivo Griezmann ha avuto l’idea di pitturarsi la faccia di nero.

LEGGI ANCHE > PAULO DYBALA, LA JUVENTUS È PREOCCUPATA DAI FRATELLI PROCURATORI E DAL SUO TENTATIVO DI DIVENTARE UN PERSONAGGIO

 

Dopo aver condiviso la foto sul suo canale Twitter le critiche sono state però così numerose da spingere l’attaccante dell’Atletico Madrid a intervenire due volte. All’inizio ha invitato i suoi follower e chi lo criticava a calmarsi. «Calmos les amis, je suis fan des Harlem globetrotters et de cette belle époque… C’est un hommage. Calma amici, sono un fan degli Harlem Globetrotters e di questa bella epoca, si tratta di un omaggio». Le parole di Antoine Griezmann non hanno però tranquilizzato gli utenti su Twitter, e dopo nuove ondate di reazioni negative Antoine Griezmann ha cancellato il tweet con la foto, chiedendo scusa. «Je reconnais que c’est maladroit de ma part. Si j’ai blessé certaines personnes je m’en excuse. Riconosco che è stato maldestro da parte mia. Se ho ferito alcune persone me ne scuso». Il blackface è una pratica che è stata a lungo contestata dai neri degli Stati Uniti, tanto non da essere più impiegata a partire dagli anni sessanta, quando il movimento per i diritti civili conquistò il primo riconoscimento all’eguaglianza degli afro-americani davanti alla legge col Civil e Voting Rights Act, dopo che il 14esimo emendamento della Costituzione era stato di fatto non applicato per molti decenni successivi alla guerra di secessione.