matteoli
|

Matteoli aveva presentato un’interrogazione per sistemare l’Aurelia, la strada del suo incidente

Il senatore Altero Matteoli conosceva bene la strada dell’incidente che gli è costato la vita, l’Aurelia. E aveva ripetutamente messo in guardia su alcuni punti estremamente pericolosi per gli automobilisti. Fin da quando era ministro dei Trasporti, durante l’ultimo governo Berlusconi (da maggio 2008 a novembre 2011) aveva più volte richiamato l’attenzione «sui pericoli degli incroci a raso» che per decine di chilometri rendono l’arteria in Toscana e nel Lazio piena di rischi. Matteoli si era più volte battuto per la realizzazione di un collegamento autostradale tra Livorno e Civitavecchia, fino oggi solo un progetto.

L’impegno del senatore Matteoli per la messa in sicurezza dell’Aurelia

Pochi mesi fa si era anche impegnato per sollecitare lavori per la messa in sicurezza di un tratto dalle condizioni precarie. A giugno 2017 il senatore di Forza Italia aveva presentato un’interrogazione parlamentare, indirizzata al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, per chiedere la verifica delle condizioni di un cavalcavia ferroviario e stradale che collega la via Aurelia al mare nel comune di Castagneto Carducci, in provincia di Livorno. Nell’interrogazione Matteoli spiegava di essere stato sollecitato dai residenti della frazione di Donoratico e parlava di un «sopralluogo effettuato». «La cittadinanza è fortemente preoccupata per lo stato di pericolosità dell’infrastruttura e richiede interventi urgenti alle autorità preposte», scriveva il parlamentare. E chiedeva di «intervenire presso l’ente proprietario» per verificare lo stato dell’infrastruttura e «appurare le anomalie riscontrate». Una risposta è arrivata alcuni mesi dopo, dal il viceministro Riccardo Nencini, assicurando il completamento dei lavori di manutenzione con il ripristino di barriere e sistemazione dei cordoli e travi.

Matteoli è stato coinvolto in un incidente all’altezza di Capalbio, in provincia di Grosseto. È stato estratto dalle lamiere in fin di vita. Medici e sanitari nulla hanno potuto per salvargli la vita. Ogni tentativo di rianimarlo è stato inutile. Il senatore era solo a bordo di una Bmw e ha avuto uno scontro frontale con una Nissan. Le due persone a bordo dell’altra vettura, un uomo e una donna, sono rimasti gravemente feriti. Tutto il mondo politico ha espresso il proprio dolore per la scomparsa di un collega corretto e con un grande senso delle istituzioni. Matteoli era stato per tre volte ministro. La prima volta ministro dell’Ambiente del primo governo Berlusconi, nel 1994 e ’95, poi ancora ministro dell’Ambiente dal 2001 al 2006 e infine ministro dei Trasporti.

(Foto da archivio Ansa)