“La macchina di Erasmo”, la colletta per ricomprare il Doblò rubato a un ragazzo tetraplegico

di Redazione | 15/12/2017

la macchina di Erasmo

Erasmo, 23enne affetto da tetraparesi spastica, è rimasto senza l’unico mezzo di trasporto a disposizione sua e della famiglia: a fine novembre, infatti è stato rubato il Fiat Doblò di casa, dotato di pedana movibile per la carrozzella. E ora – come riferisce Salerno Today – la famiglia Amato non sa più come spostarsi. Un problema che diventa ancora più grave per il figlio disabile.

Colpiti da questa storia, un gruppo di salernitani che gestiscono la pagina Facebook “Il Salotto gastronomico di Provenza & Co.” hanno deciso di lanciare l’iniziativa La macchina di Erasmo: si tratta di una colletta per ricomprare il Doblò rubato al ragazzo tetraplegico. Il gruppo, formato da amanti della buona tavola, è uno spazio nato per scambiarsi ricette e consigli su ristoranti. Questa volta, però, gli amministratori hanno deciso di utilizzare lo spazio virtuale in modo diverso: «Dimostriamo, ciascuno nei limiti delle proprie possibilità, che siamo anche “buongustai di solidarietà”», incoraggiano gli iscritti.

“LA MACCHINA DI ERASMO”, COME PARTECIPARE ALLA COLLETTA PER RICOMPRARE L’AUTO AL RAGAZZO DISABILE DI SALERNO

Per partecipare alla colletta La macchina di Erasmo, ci si può recare in una serie di locali e negozi di Salerno, con cui hanno preso contatti gli amministratori del “Salotto gastronomico”. «I titolari – spiegano nel post – si sono mostrati molto sensibili all’iniziativa».

la macchina di Erasmo

Anche chi non è residente a Salerno, può contribuire a ricomprare la macchina rubata al ragazzo tetraplegico. Sulla pagina Facebook del “Salotto gastronomico” c’è l’IBAN della madre del 23enne, la signora Michelina Lungo, e il suo numero di cellulare. Gli amministratori del gruppo invitano tutti coloro che non possono recarsi nei locali che hanno aderito alla raccolta fondi, a farle un bonifico, scrivendo nella causale “Il Salotto per la macchina di Erasmo”.

la macchina di Erasmo

L’invito è rivolto anche ad altri gruppi Facebook o ad altri commercianti, che volessero fare propria l’idea lanciata sulla pagina di cucina. La scadenza per la raccolta fondi è stata fissata per il 30 dicembre 2017, ma non è escluso che il gruppo possa lanciare analoghe iniziative in futuro: «Un ringraziamento ad ERASMO perché ha trasmesso a tutti noi un’emozione straordinaria e soprattutto ci ha fatto riscoprire quanto è bella la solidarietà!», scrivono infatti alla fine del post.