spiaggia sul Tevere
|

La Raggi promette la spiaggia sul Tevere. Dopo spelacchio c’è chi non si fida…

Il sogno di Virginia Raggi: una spiaggia sul Tevere. Un progetto a cui la sindaca sta lavorando da mesi e che oggi ha presentato a stampa e romani. Il video della conferenza è disponibile sulla pagina Facebook della prima cittadina: la grillina sorridente come non mai (la prospettiva degli ombrelloni sul lungofiume deve piacerle molto) stende una mappa e sciorina senza microfono i dettagli del progetto di balneazione, che dovrebbe portare Roma al passo con altre capitali europee, come Parigi, Londra, Madrid e Lisbona, dove “i cittadini considerano il fiume una parte viva e pulsante della città”.

VIRGI RAGGI PRESENTA LA SPIAGGIA SUL TEVERE

“Una spiaggia sul Tevere. Con campi sportivi, aree gioco per i bimbi e altre dedicate agli animali, percorsi sulla banchina immersi nel verde. La prossima estate i cittadini e i turisti potranno riappropriarsi di un tratto del fiume. Potranno tornare a viverlo. Abbiamo presentato il progetto che interesserà un’area di 10mila metri quadrati sotto Ponte Marconi, per la quale abbiamo già richiesto una concessione di lunga durata alla Regione Lazio”, annuncia la sindaca su Facebook. La zona – assicura la Raggi – è già stata bonificata “e ora diventerà un esempio di cosa accade nel momento in cui Roma si riappropria delle sponde del suo fiume”. “È un progetto a cui stiamo lavorando da mesi, perché fin dall’inizio del nostro mandato abbiamo voluto occuparci del nostro fiume. Abbiamo creato un Ufficio speciale Tevere che ha messo insieme i tanti soggetti istituzionali competenti, tra cui la Regione Lazio, l’Autorità di Bacino e la Capitaneria di Porto. Abbiamo firmato il Manifesto di intenti per il Contratto di Fiume con enti e associazioni. Stiamo lavorando a tante altre iniziative – conclude la prima cittadina – dal monitoraggio delle criticità su cui intervenire alla sicurezza, dalla pulizia delle piste ciclabili ai piani di bonifica e disinfestazione. Il nostro lavoro non si ferma”.

C’è da ammettere che la prospettiva di una spiaggia sul Tevere nel gelo invernale mette molta allegria. In molti però si chiedono se sia davvero la priorità di Roma. “Ci fa piacere che pensi alle vacanze, alla spiaggia quando Roma è invasa da immondizia e i trasporti pubblici non funzionano”, commenta un utente su Facebook. “Magari iniziare a sostituire gli alberi che stanno cadendo a decine e curare quelli malati? Far funzionare l’Ama e i mezzi pubblici?”, propone qualcun altro.

I COMMENTI SUI SOCIAL AL PROGETTO DI UNA SPIAGGIA SUL TEVERE

E a proposito di alberi, la proposta della Raggi di fare una spiaggia sul Tevere riapre subito le polemiche contro “spelacchio”, l’albero di Natale acquistato dal Comune di Roma. “E dopo spelacchio, spiaggiacchio”. E qualcun altro osserva su Twitter: “Ma adesso che hanno approvato il biotestamento, spelacchio può chiedere l’eutanasia?”

Le critiche più diffuse alla proposta di una spiaggia sul Tevere riguardano le pantegane che popolano le sponde del fiume. “Io vorrei prima godermi un viaggio, casa, lavoro dignitosi, poi se mi rimane tempo…i topi del Tevere”, osserva ironicamente un utente su Twitter. E un altro: “Un bel tuffo nel biondo Tevere e, se non ti prendi la peste, di certo il colera non te lo toglie nessuno!”. Il commento migliore, però, è quello di chi incita: “Virgì il Tevere lo volemmo…po-ta-bi-le”