Asia Argento
|

Asia Argento si scontra con Vladimir Luxuria a Cartabianca

Asia Argento è stata protagonista della puntata di ieri di Cartabianca. Il programma condotto da Bianca Berlinguer ha intervistato l’attrice in merito al caso delle molestie sessuali e alle polemiche subite in Italia. L‘Argento ha rimarcato di esser rimasta particolarmente delusa per gli insulti subiti nel suo Paese, così come di esser convita che il movimento #MeToo rappresenti una ribellione femminile che cambierà i rapporti tra uomo e donna. Dopo l’intervista di Bianca Berlinguer Asia Argento si è confrontata in studio con il direttore responsabile di Libero Pietro Senaldi, con Vladimir Luxuria e con Andrea Scanzi del Fatto Quotidiano. Libero è stata la testata più aggressiva sul caso Weinstein, tanto che Asia Argento ha querelato il direttore editoriale Vittorio Feltri e l’editorialista Renato Farina per diffamazione a causa degli articoli scritti sulle sue rivelazioni del caso Weinstein. A Cartabianca l’attrice però non si è confrontata con particolare durezza con Pietro Senaldi, bensì si sono registrati scambi di battute molto tesi con Vladimir Luxuria.

ASIA ARGENTO SI SCONTRA CON VLADIMIR LUXURIA SULLE MOLESTIE SESSUALI A CARTABIANCA

Una tensione che ha portato all’inizio Asia Argento a commuoversi e a versare alcune lacrime, quando ha spiegato di aver voluto denunciare la violenza sessuale subita da Harvey Weinstein anche pensando ai suoi due figli. Vladimir Luxuria ha ribadito le critiche che l’avevano portano a scontrarsi con l’attrice su Twitter, un episodio ricordato da Asia Argento, che ha detto all’ex parlamentare di Rifondazione comunista come avrebbe dovuto chiamarla al telefono o scriverle un messaggio invece che attaccarla personalmente senza conoscere i fatti. «Non eri Heidi che scendeva dai monti…Spero che tutte le donne che fanno un provino con un produttore o che vanno ad una festa rifiutino e se ne vadano subito di fronte a delle molestie, perché se mandiamo il messaggio che dopo vent’anni facciamo le pentite e le paladine delle battaglie delle donne, in qualche modo è come se incentivassimo le altre a fare la stessa cosa. Ho semplicemente detto che il suo racconto ha delle parti che non mi convincono. Non c’è violenza se una acconsente e poi se ne pente», ha evidenziato Vladimir Luxuria. Le sue parole hanno fatto arrabbiare più volte Asia Argento, che l’ha definita un’animale, che si doveva vergognare per le parole che diceva.

LEGGI ANCHE> AUTO DI LUSSO TARGATA MONTECARLO POSTEGGIATA NEL PARCHEGGIO RISERVATO

«Stai esagerando Vladimir, un po’ di umanità. Non puoi difendere le minoranze Lgbt e non stare dalla parte delle donne, vergognati. Hai fatto la stessa cosa nella vicenda di Kevin Spacey? Hai scritto su Twitter al ragazzo che ha denunciato la molestia vent’anni dopo?», le ha chiesto Asia Argento come riporta TV Blog. Vladimir Luxuria ha risposto ribadendo come avrebbe detto le stesse cose a un gay se avesse denunciato molestie dopo vent’anni e dopo aver avuto rapporti consenzienti con lo stupratore.

 

Foto copertina: profilo Facebook di Cartabianca