Maniglie con brillantini e water dorati: ecco cosa c’era in un alloggio popolare di Tor Bella Monaca occupato abusivamente

di Redazione | 07/12/2017

alloggio popolare lusso

Una maniglia con brillantini, elettrodomestici di lusso, finiture di pregio. Il tutto, ovviamente, in atmosfera molto kitsch. Sembra davvero di essere in una scena di Suburra – la serie, quando le telecamere mostrano gli alloggi di Spadino, uno dei tre protagonisti della fiction.  Eppure è tutto vero e succede a Roma, nel quartiere di Tor Bella Monaca.

LEGGI ANCHE > Gli abitanti delle case popolari di San Basilio: «Non è razzismo, a noi italiani chi ci pensa? Qua se morimo de fame»

ALLOGGIO POPOLARE LUSSO: ECCO COSA HANNO TROVATO GLI AGENTI

Questa mattina, infatti, gli agenti della Polizia Municipale di Roma Capitale hanno fatto irruzione in un alloggio popolare occupato abusivamente e si sono trovati di fronte questa scena. Al momento dell’ingresso nell’appartamento – ristrutturato in maniera davvero lussuosa -, i vigili hanno trovato al suo interno una donna con tre minorenni. Dopo li sfratto, è stata allertata la Sala Operativa Sociale – proprio a causa della presenza di minori – per valutare una eventuale soluzione abitativa d’emergenza. Questa opzione, però, è stata immediatamente rifiutata dall’occupante che ha portato via dall’abitazione alcuni mobili e, ovviamente, gli effetti personali.

ALLOGGIO POPOLARE LUSSO: I PROVVEDIMENTI

L’appartamento in questione e un altro che si trova sullo stesso pianerottolo presentavano allacci abusivi alla rete elettrica: gli agenti, pertanto, hanno denunciato la donna per violazione dei sigilli e furto di energia elettrica. Tra vasche da bagno rivestite di materiali dorati, mobili smaltati in oro, grandi letti e divani, i vigili si sono trovati davvero spiazzati.

L’edificio, ora, è stato assegnato alla prima famiglia che ne aveva diritto tra quelle presenti nelle graduatorie del Comune.