Lite nello spogliatoio della Juventus, i nomi e la smentita

di Redazione | 30/11/2017

Juventus

La Juventus è stata oggetto di una nuova rivelazione su problemi interni alla squadra dopo l’ormai famosa rissa, mai confermata e sempre smentita dalla società, nello spogliatoio di Cardiff durante l’intervallo della finale di Champion’s League persa conto il Real Madrid.

 

Lite nello spogliatoio della Juventus, i nomi e la smentita

L’indiscrezione di Dagospia è stata smentita in via ufficiosa dalla Juve. La società ha preferito evitare di rispondere con un comunicato ufficiale, mentre l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha fatto un riferimento ironico durante la conferenza stampa prima della partita con il Napoli. «Magari! Io speravo si fossero picchiati, che ogni tanto serve, un po’ di casino ogni tanto ci vuole, ma invece purtroppo nulla…». Il Messaggero, quotidiano romano molto attento alle vicende sportive, ha invece provato a ricostrurire la lite nello spogliatoio, basandosi su ulteriori fonti non citate, a parte Dagospia. La testata capitolina ha confermato come lo scontro sarebbe avvenuto prima della partita, poi persa, tra la Juventus e la Sampdoria allo stadio Massari di Genova, e ha fatto i nomi degli stranieri che avrebbero chiesto di essere ceduti dopo la lite coi “vecchi”. Si tratterebbe di Douglas Costa, nome citato anche sul sito della Gazzetta ieri sera, Alex Sandro, Kwandwo Asamoah e Stephan Lichtsteiner. I “vecchi”, non citati da Dagospia, erano facilmente intuibili: giocatori come Gianluigi Buffon, Giorgio Chiellini, Claudio Marchisio o Andrea Barzagli militano nella Juve da ormai molti anni, a differenza degli stranieri. Asamoah e Liechsteiner sono arrivati alla Juventus nel 2012 e nel 2013, ma entrambi sono stati vicini a lasciarla negli ultimi anni. Il trasferimento di Asamoah al Galatasaray è stato bloccato dalla Juve perché non è arrivato Spinazzola a occupare il suo ruolo di laterale sinistro. Lichtsteiner è stato lasciato fuori dalla lista Champion’s, e può giocare solo in campionato e Coppa Italia, mentre i nomi più importanti fatti dal Messaggero sono i due mancini brasiliani.

LEGGI ANCHE > ISRAELE MINACCIA DI ANNULLARE IL GIRO D’ITALIA PER LA SCRITTA «WEST JERUSALEM» (POI MODIFICATA)

 

Alex Sandro è stato protagonista di un avvio deludente di stagione, seguito a campionati molto brillanti che l’hanno imposto come uno dei migliori terzini sinistri al mondo. Il Chelsea quest’anno è stato vicino a comprarlo per 60 milioni di euro, ma la Juve ha preferito non cedere un giocatore così difficile da sostituire. Douglas Costa è stato invece il più importante acquisto dello scorso calciomercato bianconero, e finora ha avuto una stagione deludente, con molte panchine e poche partite dove è riuscito a mostrare le qualità che l’hanno reso una stella del Bayern Monaco di Guardiola.  La lite descritta da Dagospia e Messaggero è stata smentita in modo ufficioso dalla Juve, e quindi potrebbe anche solo essere una voce diffusa per danneggiare la società nel momento più delicato della stagione, visto che tra Napoli, Inter e Olympiacos la Juventus giocherà partite decisive.

Foto copertina: Alberto Lingria/Xinhua via ZUM