Veneto Fronte Skinhead, skinhead denunciati per violenza privata

di Andrea Mollica | 30/11/2017

Veneto Fronte Skinhead

Veneto Fronte Skinhead ha rivendicato l’interruzione dell’assemblea di Como senza Frontiere avvenuta martedì scorso, che ha generato un problema giudiziario per l’associazione neonazista. Gli skinhead che hanno compiuto l’irruzione nell’assemblea di Como senza Frontiere saranno infatti indagati per violenza privata. Lo ha fatto sapere la questura di Como, che sta procedendo all’identificazione dei componenti del gruppo di Veneto Fronte Skinhead. Un processo non ancora concluso propedeutico all’apertura dell’indagine penale su di loro, che sarà svolto in tempi rapidi visto che tutti gli skinhead erano a volto scoperto. A quanto risulta da fonti di stampa tutti i componenti del gruppo entrati in azione al Chiostrino di Sant’Eufemia a Como sono veneti.

Veneto Fronte Skinhead
Durante la riunione di Como Senza Frontiere, una rete che unisce decine di associazioni a sostegno dei migranti – al Chiostrino di Santa Eufemia – un gruppo di 15 militanti del VFS, associazione culturale Veneto fronte Skinheads, è entrato nella sala e ha imposto la lettura di un “proclama”che si concludeva con lo slogan “basta invasione”. Le decine di partecipanti alla riunione – esterrefatti ? non hanno reagito alla provocazione. Il blitz segue le iniziative di tre giorni fa, sempre a opera del VFS, sempre a Como: sagome di migranti dipinte a terra di fronte alle sedi Caritas ANSA/YOUTUBE/ECOINFORMAZIONI ARCI ++ NO SALES, EDITORIAL USE ONLY ++

Veneto Fronte Skinhead, skinhead denunciati per violenza privata

Veneto Fronte Skinhead ha rivendicato l’azione compiuto contro la rete di Como senza Frontiere, denunciando lo squadrismo della stampa nei loro confronti. «Siamo basiti da come la lettura di un documento, definito in vari modi da vari personaggi, ma mai pubblicato integralmente dagli organi di stampa, abbia scatenato un cosi’ ampio dibattito sul ritorno del fascismo e dello squadrismo in Italia.Nessuna aggressione , nessuna violenza solo la lettura di un documento.Forse, e diciamo forse, non e’ che la cosa che ha dato fastidio sono i contenuti di tale documento?In tale documento sono, a nostro parere, palesate alcune delle discrepanze piu’ evidenti rispetto alla situazione sull’ immigrazione».

IL VIDEO DELL’INTERRUZIONE DELL’ASSEMBLEA DI COMO SENZA FRONTIERE DA PARTE DI  DI VENETO FRONTE SKINHEAD

 

I nazisti di Veneto Fronte Skinhead non erano ancora informati sulla indagine per violenza privata aperta nei loro confronti.  Il resto del comunicato degli skinhead prosegue in modo delirante, ribadendo come con la lettura del loro documento contro l’immigrazione siano riusciti a mettere in crisi la democrazia italiana. «La semplice lettura di un documento mette in crisi la democrazia in Italia, una democrazia fondata da decenni  di propaganda a senso unico e , in questo caso si, di letture “lavacervelli” nelle universita’, nelle scuole e in tutti i luoghi in cui la formazione di un libero pensiero viene indottrinata dai canoni del politicamente corretto».

LEGGI ANCHE > L’INUTILE BLITZ DEI NAZISKIN NELLA SEDE DELL’ASSOCIAZIONE PRO MIGRANTI: ENTRANO, LEGGONO UN COMUNICATO DELIRANTE E SE NE VANNO SALUTANDO | VIDEO

Veneto Fronte Skinhead minaccia poi che altri documenti seguiranno, anche se non si capisce, visto che son codardi, se saranno letti pubblicamente con altre azioni simili oppure semplicemente inviati a mezzo stampa. «Se un documento ha scatenato tutto questo putiferio da parte dei benpensanti, vi garantiamo che ne seguiranno molti altri tutti permeati dello stesso vigore, della stessa semplicita’ e dello stesso entusiasmo del bambino che si alzo e’ grido’: IL RE E’ NUDO».

Foto copertina: ANSA/YOUTUBE/ECOINFORMAZIONI ARCI ++ NO SALES, EDITORIAL USE ONLY ++