Signor Distruggere
|

Il Signor Distruggere a Cartabianca, la lady di ferro Berlinguer non resiste e scoppia a ridere per le sue storie | VIDEO

Quella di martedì 28 novembre è stata una puntata di Cartabianca molto movimentata. In studio, insieme alla conduttrice Bianca Berlinguer e all’immunologo Roberto Burioni, c’era anche il Signor Distruggere, il fenomeno del web che, con i suoi post sulle «mamme pancine» e sui casi umani più strani che trovano spazio sui gruppi Facebook segreti, ci offre un cinico spaccato dell’Italia internettara.

LEGGI ANCHE > Il Signor Distruggere e la piaga delle mamme pancine: «Il problema è l’ignoranza bigotta»

Alcune delle sue storie sono state lette in studio dalla lady di ferro Bianca Berlinguer, che non è riuscita a mantenere la sua classica freddezza di fronte alle storie esilaranti proposte dal Signor Distruggere sul suo sito e sui suoi account social.

GUARDA IL VIDEO DE IL SIGNOR DISTRUGGERE A CARTABIANCA (DA CORRIERE TV)

In modo particolare, la conduttrice – ex direttrice del Tg3 – non ha saputo trattenere le risate quando ha letto di una donna che sosteneva che, durante il ciclo mestruale, non bisognava toccare le piante (ne avrebbe causato la morte), preparare dolci o giocare con i bambini maschi. Allo stesso modo, la Berlinguer ha letto con molta ironia la storia di una «mamma pancina» che, durante la gravidanza, ha cambiato ginecologo perché il precedente non l’aveva assistita correttamente quando, per sbaglio, aveva ingoiato l’osso dell’albicocca (che poteva – secondo lei – «incontrare il bambino»).

Questi racconti esilaranti hanno attirato l’attenzione anche del dottor Burioni che, da tempo, porta avanti una battaglia – anche questa molto efficace sui social network – contro le false credenze in ambito medico-scientifico. Alla fine della puntata, sul suo account Instagram, il Signor Distruggere ha così commentato: «Comunque ho convinto il prof Burioni ad abbracciare la professione del petalologo». Il riferimento è a un altro suo cavallo di battaglia: lo sfottò a quella categoria di persone che cerca di fare da schermo alla negatività utilizzando i petali dei fiori. Perché sui social – sappiatelo – succede anche questo.