turismo termale
|

A Fiuggi la sfida tra startupper per innovare il turismo termale

Come innovare il turismo termale? Il quesito è stato posto a un gruppo di startupper riuniti a Fiuggi, la storica meta laziale del termalismo, che ha ospitato in quesito giorni il quarto Accelerathon nazionale, previsto dal programma FactorYimpresaTurismo promosso dal ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo e realizzato da Invitalia, che offre servizi di tutoraggio e contributi economici per progetti innovativi che rafforzano l’offerta turistica. I tre appuntamenti precedenti erano stati all’Aquila (tema: borghi e cammini), a Belluno (montagna) e a Salerno (mare).

A Fiuggi, invece, gli startupper hanno avuto due giorni per confrontarsi e sfidarsi con nuovi progetti per potenziare il turismo termale, come spiega l’AdnKronos. L’obiettivo è quello di ‘accelerare’ la realizzazione di iniziative imprenditoriali volte a valorizzare le destinazioni termali, che rappresentano una delle grandi ricchezze del territorio italiano, con una capacità attrattiva in ogni periodo dell’anno e un significativo potenziale di crescita. Tema di questa quarta e ultima tappa è ‘Acque e dintorni: dallo stabilimento al territorio’ e le parole chiave per sviluppare la proposta di business sono: relax, salute, alimentazione, benessere, territorio, esperienze, svago, natura, storia.

TURISMO TERMALE: STARTUPPER A CACCIA DI NUOVI PROGETTI A FIUGGI

In questa due giorni, 20 startup e 8 aggregazioni di imprese selezionate da Invitalia hanno elaborato, in forma di progetto imprenditoriale, la loro idea di business sulle terme, con l’aiuto di mentor e tutor presenti per tutto il tempo della sfida. Una full immersion in cui hanno avuto l’opportunità di lavorare insieme per confrontarsi, rafforzare l’idea imprenditoriale, individuare i servizi necessari alla sua realizzazione e preparare un ‘pitch’ da sottoporre per la valutazione finale. Una giuria di esperti premierà le 6 migliori startup con 10mila euro ciascuna, da utilizzare per realizzare il progetto di business. Per le 4 migliori aggregazioni di imprese innovative, invece, è previsto un riconoscimento da 15mila euro.

A dare il benvenuto agli startupper riuniti a Fiuggi per la sfida sul turismo termale è stato il commissario straordinario del Comune laziale, Francesco Tarricone: “Ospitiamo molto volentieri questo appuntamento dedicato a un argomento quanto mai interessante e attinente al contesto di Fiuggi: un marchio di eccellenza che tanto ha bisogno delle idee e dei progetti innovativi che emergeranno da questa due giorni”. A intervenire nel dibattito introduttivo, all’Hotel Silva Splendid, sono stati anche Costanzo Jannotti Pecci, presidente di Federterme, Andrea Miccio, responsabile Area Imprenditorialità di Invitalia, e Francesco Tapinassi, dirigente per le Politiche del turismo della direzione generale Turismo del ministero dei Beni culturali.

 

Foto copertina: da Instagram