Berlusconi rinviato a giudizio per il Ruby-ter anche a Siena

di Redazione | 30/11/2017

berlusconi Ruby ter

Da un processo all’altro, come ai vecchi tempi. L’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è stato rinviato a giudizio a Siena con l’accusa di corruzione in atti giudiziari. Il Gup del tribunale di Siena Roberta Malavasi ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio formulata dalla procura. A Siena, infatti, si sarebbe compiuto il reato secondo cui Berlusconi avrebbe pagato Danilo Mariani, pianista delle feste di Arcore, per indurlo a falsa testimonianza sul caso ‘olgettine’

E così, dopo l’udienza della Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo che deve pronunciarsi sull’incandidabilità di Silvio Berlusconi in virtù della legge Severino, qualche giorno fa era arrivata la notizia che la Procura di Torino ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex cavaliere nell’ambito del processo Ruby-ter.

LEGGI ANCHE > Antonio Di Pietro: «Per battere Berlusconi potrei candidarmi, ma Pd e Mdp devono accordarsi»

BERLUSCONI RUBY TER: LA DECISIONE

In quel caso, si trattava di un altro dei filoni dell’inchiesta che vede coinvolto l’ex presidente del Consiglio all’epoca delle cene eleganti di Arcore. Berlusconi è indagato per corruzione in atti giudiziari insieme a Roberta Bonasia, 32 anni, ex infermiera e poi modella. Secondo alcune intercettazioni telefoniche, la Bonasia era stata indicata da molti come la presunta compagna di Silvio Berlusconi, ma la circostanza è stata più volte smentita dai due.