Fausto Leali
|

Fausto Leali si sfoga su Facebook contro i «4 uomini slavi» che gli hanno svaligiato casa

La rabbia per aver subito un furto in casa e lo sfogo con un’accusa ben precisa. Il cantautore Fausto Leali se la prende con i «quattro uomini slavi» che gli hanno svaligiato casa e pubblica il suo disappunto – insieme a diverse foto del suo appartamento in completo disordine – su Facebook. «Torni a casa e ti accorgi di questo – ha scritto il cantante – ….4 uomini slavi che ti distruggono una casa ,la tua dimora dove dovresti sentirti protetto e ti sottraggono tutto quello che hai costruito negli anni … compresi tutti i miei premi e dischi d’oro vinti durante i miei anni di carriera
Ti portano via tutto. Che tristezza».

LEGGI ANCHE > Ladri rubano il condizionatore per far soffrire i fedeli in chiesa

FAUSTO LEALI, IL POST DI DENUNCIA SU FACEBOOK

Fausto Leali, che vive a Lesmo (Monza e Brianza) ha quindi denunciato il furto di premi e dischi d’oro conquistati nel corso della sua lunghissima carriera. Ma la sua accusa ben precisa, nei confronti di quattro persone di etnia slava, non è sfuggita a chi ha voluto commentare la vicenda, esprimendo la sua solidarietà all’artista.

Una serie di commenti che sfiorano il razzismo si affollano sulla sua bacheca: «il problema non è lo slavo, marocchino, nigeriano, rumeno: il vero problema è lo Stato che ci sta mettendo sta gente in giro per l’Italia», o ancora «purtroppo dobbiamo ringraziare le istituzioni di m… che li fanno entrare e li proteggono pure!». Ma sono in tanti a chiedersi perché Fausto Leali abbia voluto specificare per prima cosa la nazionalità dei malfattori che gli sono entrati in casa, se abbia la certezza di ciò che afferma e se non sia invece convinto che la criminalità non è una questione di nazionalità.