condoglianze toto riina
|

Perché Facebook ha cancellato e rimesso le condoglianze su Totò Riina

Mentre al cimitero un gruppo ristretto di quindici persone ha salutato il feretro di Totò Riina su Facebook sono in centinaia a dare le condoglianze al capo dei capi. Ne avevamo parlato anche noi. Ora quei commenti sono stati rimossi e poi rimessi da Facebook. Perché?

Una portavoce del social network ha spiegato all’Associates Press che «i post erano stati eliminati per errore, e adesso sono stati ripubblicati». Quindi non si tratta più di apologia di mafia ma cordoglio.

Intanto i figli Riina hanno ormai scelto Facebook per la loro controffensiva. Tony Ciavarello, il genero di Totò, ha definito il defunto «un martire perseguitato dalla procura di Palermo» e ha ringraziato la polizia per il servizio d’ordine al cimitero, dove è stata tumulata la salma.

Idem la moglie, Maria Concetta Riina, che condivide le scuse di Facebook:

Sotto è un pullulare di indignazione:

Che mi hanno bloccato il profilo per 30 giorni facebook per aver dato le condoglianze non fa niente.tanto mi sono già fatto un altro profilo..ma almeno che vi hanno dato le scuse a voi alla famiglia Riina almeno una cosa di buono l’hanno fatto! (Francesco)
che ignoranza …vergogna ..meno male che ci hanno ripensato <3 (Dina)
Signora Maria Concetta Riina a me Facebook mi a rimosso per aver detto che certe persone si devono vergognare per quello che dicono alla famiglia riina (Yara)
Mi hanno bloccato 4 messaggi di condoglianze e mi hanno dato il blocco di 3 giorni
E ora le scuse?! Che vergogna! Senza parole (Sabrina)

La salma di Totò Riina è stata benedetta da un sacerdote e subito dopo tumulata, nella tomba di famiglia. Nel camposanto presidiato dalle forze di polizia, l’Arcidiocesi di Monreale ha negato i funerali pubblici, essendo Riina “un pubblico peccatore”. 

(in copertina i commenti sotto al post della figlia di Riina in merito alla rimozione di Facebook)