insulti dei grillini a Beppe Severgnini
|

Gli insulti dei grillini a Beppe Severgnini per l’editoriale sul New York Times

Beppe Severgnini ha deciso di pubblicare gli insulti dei grillini, dopo il suo editoriale sul New York Times, in cui il giornalista ha criticato Di Maio, che «non ha mai avuto un lavoro né finito gli studi». «Hai sputtanato l’illustre Di Maio di cui tu non sei nemmeno il suo calzino sporco dopo 11 km di passeggiata», ha ribattuto qualcuno al direttore di Sette, uno dei giornalisti italiani più stimati nel mondo anglosassone.

LEGGI ANCHE > LUIGI DI MAIO «NON HA MAI AVUTO UN LAVORO NÉ FINITO GLI STUDI», L’ATTACCO DI BEPPE SERVERGNINI SUL NEW YORK TIMES

Questo è solo uno degli insulti dei grillini a Beppe Severgnini – «il mio preferito», dice lui – che ha quindi deciso di rispondere al fiume di commenti negativi, con un editoriale sul Corriere della Sera, dal titolo “Il Movimento 5 Stelle e la nazione irascibile”. Prendendo spunto dalla reazione inusitata contro di lui, che si è manifestata su Facebook, Twitter e il blog Italians, il giornalista ha fatto un’analisi dello scarso livello di fiducia che c’è nel nostro Paese, presagio – riprendendo una teoria del famoso economista Adam Smith – di un mal funzionamento del sistema economico. «È più di un malumore collettivo. È una miscela di permalosità e delusione, sospetto e presunzione. Ogni tanto bum!, esplode», scrive l’editorialista.

GLI INSULTI DEI GRILLINI A BEPPE SEVERGNINI PER LE CRITICHE A DI MAIO

Esattamente come è successo per il suo articolo apparso sul New York Times, su cui Severgnini scrive una volta al mese dal 2013.  «Ho raccontato gli alti e bassi – più spessi questi ultimi, purtroppo – della politica italiana: da Bossi a Renzi, passando per Berlusconi, Prodi, Monti e Grillo. In quel pezzo, a Gigi Di Maio ho dedicato due righe», rimarca il giornalista. La reazione però è stata di pancia: alcuni degli insulti dei grillini a Beppe Severgnini non sono neanche pubblicabili. Tra quelli da non censurare: «Mentecatto, verme, bastardo, lurido, ignobile, stronzo, servo, leccalecca, parassita, mangiasassi, anima nera, venduto, traditore, venditore di aspirapolvere porta a porta».

 

Foto copertina: ANSA/ZUMAPRESS