metro appendino
|

Torino, bimbo si sente male in metro. Appendino lo assiste per diversi minuti

Un bambino si è sentito male nella stazione della metropolitana e ad assisterlo, con gli addetti alla clientela di Gtt, l’azienda del trasporto pubblico locale di Torino, anche una signora. Signora che poi si è rivelata la sindaca Chiara Appendino. «Ci ha chiesto se dovesse chiamare una ambulanza ed è stata con noi fino a quando il piccolo si è ripreso», ha spiegato l’addetto Gtt a Diario di Torino. «E’ stata gentilissima e molto disponibile», spiega rivelando come si sia accorto solo più avanti chi fosse la misteriosa signora.

«Una signora si è avvicinata e ci ha chiesto se c’era bisogno di aiuto. All’inizio non avevamo fatto caso a chi fosse, poi ci siamo accorti che era la sindaca». E’ sabato sera, sono le ore 19, e nella stazione della metropolitana Principi d’Acaja scendono due bambini. Sono un fratello e una sorella, rispettivamente di 8 e 11 anni. Camminano mano nella mano, ma senza genitori, e la cosa non sfugge agli addetti Gtt presenti sul posto. «Li abbiamo fermati», racconta uno dei quattro, «la ragazzina l’avevamo già notata da sola in un’altra stazione e così volevamo sincerarci che fosse tutto a posto e cosa ci facessero da soli». Ma quando i due bambini vengono fermati il ragazzino di 8 anni accusa un malore, diventa pallido e si accascia al suolo.

LEGGI ANCHE > ANTHONY, IL BIMBO ASSIDERATO CHE STAVA PER MORIRE AL VALICO DEL BRENNERO

Appendino, che passava di lì per caso, è rimasta con i due bambini per oltre 40 minuti, fino a quando a Principi d’Acaja è intervenuta la polizia e il piccolo si è ripreso.

(Foto: ANSA / ALESSANDRO DI MARCO)