Paolo Cannavaro attacca le mummie che gestiscono il calcio: «Vanno cacciati»

di Redazione | 14/11/2017

Paolo Cannavaro

Paolo Cannavaro è stato il primo calciatore importante ad attaccare con estrema durezza i dirigenti sportivi che gestiscono il calcio italiano dopo la clamorosa eliminazione dai Mondiali di Russia 2018. Per la prima volta dal 1958 gli Azzurri non parteciperanno alla fase finale della più importante manifestazione sportiva, gli unici campioni del Mondo esclusi da Russia 2018. Un fallimento epocale per un movimento come il nostro, capace di vincere nella nostra storia ben quattro titoli di campioni del mondo, secondi a pari merito con la Germania dietro al Brasile con cinque.

IL DURISSIMO ATTACCO DI PAOLO CANNAVARO ALLE MUMMIE DEL CALCIO ITALIANO

Paolo Cannavaro ha attaccato le mummie che gestiscono il calcio italiano da troppi anni sul suo profilo Instagram, in un lungo post caratterizzato da toni forti e molto appassionati. «Ragazzi il mondiale non L’abbiamo perso oggi.L’abbiamo perso 15 anni fa quando grazie ad un magna magna clamoroso degli addetti ai lavori,arrivavano in italia bidoni da ogni parte del mondo a soffiare ingiustamente il posto ai nostri ragazzi…gli abbiamo dato soldi gloria e conoscenza grazie ai nostri allenatori italiani che restano i migliori in assoluto.spero solo che oggi toccando il fondo si rifondi il NOSTRO CALCIO!via le mummie che gestiscono il calcio italiano e spazio ai giovani anche fuori dal campo!fuori dalle palle grazie…».

 

LEGGI ANCHE > LO SFOGO DI DE ROSSI CONTRO VENTURA: «CHE C***O C’ENTRO IO? DEVE GIOCARE INSIGNE» | VIDEO

 

Paolo Cannavaro, fratello dell’ultimo capitano azzurro a sollevare la coppa del mondo a Berlino, Fabio Cannavaro, ha salutato con toni commossi Gianluigi Buffon, l’ultimo grande giocatore espresso dal nostro calcio . «Onore al grande Gigi Buffon che ha perso la possibilità di essere L’unico giocatore a disputare sei mondiali e nonostante non ci sia riuscito ci ha messo la faccia!!! Speriamo che le tue lacrime versate siano le ultime del nostro calcio!!!! Sosteniamo la giovane italia che verrà!!!! Ritorniamo ad essere l’Italia che il mondo intero ha invidiato purtroppo doveva accadere ciò per svegliarci!!!!».
Foto copertina: ANSA/MATTEO BAZZI