anthony
|

Anthony, il bimbo assiderato che stava per morire al valico del Brennero

Ha soli 5 anni, era completamente solo e stava per morire di freddo alla stazione ferroviaria di Brennero. Questa la storia di Anthony, originario della Sierra Leone, trovato ieri notte dalla polizia ferroviaria.

Vivo per miracolo il piccolo si trovava nascosto in un anfratto esterno del treno, piangeva disperato ed era in evidente stato di ipotermia. Qualche minuto in più e il bambino era spacciato. Lo hanno trovato alle 7.20 quando – spiega Il Corriere della Sera che riporta la notizia – la colonnina di mercurio segnava 5 gradi. Con Anthony c’erano altri profughi che tentavano di raggiungere l’Austria e la Germania. Nessuna traccia però dei suoi genitori.

LEGGI ANCHE > I MIGRANTI DESCRIVONO IL LAGER DEGLI ORRORI IN LIBIA: «UN BAGNO PER OLTRE 500 PERSONE, TORTURE OGNI GIORNO»

Il piccolo si trovava in un treno merci partito da Verona senza effettuare fermate intermedie fino al Brennero, dove è giunto alle 5.45. Non è chiaro se la famiglia del bimbo sia rimasta bloccata a Verona o se il piccolo abbia perso i suoi durante la tratta. Anthony si trova ricoverato in ospedale, mentre la questura di Bolzano sta effettuando tutti gli accertamenti possibili per rintracciare qualche familiare.

(Credit Image: Mauro Ujetto/Pacific Press via ZUMA Wire)