innovazione elettronica
|

L’innovazione sanitaria? Porta vantaggi (che spesso non si vedono)

«L’innovazione in ambito sanitario porta grandi vantaggi, ma spesso i cittadini non li vedono per una carenza di informazioni sui nuovi strumenti. Un esempio è il fascicolo sanitario elettronico, la cui diffusione in Lombardia è ostacolata da “una mancanza di informazione». E per questo «deve essere fatto un grande lavoro di comunicazione». E’ quanto ha sottolineato Franca Braga, responsabile del dipartimento Salute e Alimentazione di Altroconsumo. In un dibattito con l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, sull’innovazione in sanità al FestivalFuturo, organizzato a Milano nell’ambito delle iniziative di Altroconsumo/Diritti in salute, Braga ha spiegato che i problemi sulla diffusione e l’utilizzo del fascicolo elettronico «possono essere riassunti tutti in una mancanza di informazione: non si conoscono le cose e quindi non si sa trovare la soluzione».

LEGGI ANCHE > PERCHÉ NOVEMBRE È IL MOMENTO MIGLIORE PER VACCINARSI CONTRO L’INFLUENZA

In particolare dall’ascolto di Altroconsumo dei problemi dei cittadini è emerso un bisogno informativo enorme. «Manca la percezione da parte del cittadino di quello che può essere il reale, concreto e semplice vantaggio del fasciolo elettronico proprio per un problema di informazione». Anche perché «facilitare davvero la vita del cittadino e delle persone significa fare dell’innovazione insieme e quindi un’innovazione che viene capita».

Per diffondere la conoscenza degli strumenti di innovazione in sanità bisogna fare «una comunicazione corretta, che al momento è stata piuttosto scarsa. Bisogna rendersi conto che la chiave è facilitare il cittadino». Altroconsumo, ha concluso Braga, da parte sua «continuerà a fare un’opera di informazione e di ascolto, raccogliendo i casi e le problematiche» dei cittadini alle prese con le innovazioni tecnologiche in ambito sanitario.

(articolo in collaborazione con Adnkronos Salute. Foto ANSA/TONY VECE/DRN)