|

«Raggi ha messo il cappello su una nostra iniziativa. Casapound? Forza violenta» | VIDEO

«C’è una forza politica sul territorio, Casapound, che con una politica violenta cerca consensi attraverso botte, scritte per tutto il territorio, minacce non solo a me ma anche ad altri ragazzi». Diego Giannella, ex candidato a Ostia con la lista Laboratorio Civico X, racconta le botte subite da parte di alcuni esponenti della forza di estrema destra. Il giovane, residente a Ostia, ha raccontato ieri a Nemo il pestaggio subito in pieno giorno a pochi metri dalla sede del X Municipio mentre si stava recando a un incontro. Si aspettava un gesto del genere da parte di Roberto Spada? «Un gesto stupido. Francamente con la telecamera davanti non me lo sarei mai aspettato».

LEGGI ANCHE > DANIELE PIERVINCENZI DEFINISCE IPOCRITA L’ARRESTO DI ROBERTO SPADA

Casapound ha negato ogni legame con il clan Spada. «Ho seguito la loro conferenza stampa – ha commentato Gianella – non hanno rinnegato nulla, non rispondevano. Li ho visti molto impacciati».
Diego parteciperà alla marcia di domani, organizzata da Laboratorio Civico X, dove la sindaca Raggi ha invitato tutti alla partecipazione senza bandiere e simboli politici. «In realtà è un corteo che si chiama “Fermiamo la violenza fascista e mafiosa”, Virginia ci ha messo il cappello sopra. L’ha chiamato corteo della legalità. Uno sbandiera sempre la legalità no? Ma qui il problema è lo stato di abbandono, la violenza, una violenza che ha un nome (anzi due) fascismo e mafia».