conduttori sanremo 2018
|

Il conduttore e i co-conduttori di Sanremo 2018: chi presenta il Festival

L’annuncio del conduttore del Festival di Sanremo 2018 è arrivato il 25 settembre, quando Claudio Baglioni ha ricevuto l’incarico sia di direttore artistico che di capitano della squadra che animerà le cinque serate dal palco del Teatro Ariston dal 6 al 10 febbraio. «Siamo onorati e felici che Baglioni abbia accettato il nostro invito. Con Claudio costruiremo un’edizione di Sanremo in cui le canzoni e le interpretazioni saranno assolute protagoniste del più grande evento dedicato alla musica italiana», sono state le parole del direttore generale della Rai Mario Orfeo. Ad affiancarlo saranno un altra conduttrice, Michelle Hunziker, e un attore, Pierfrancesco Favino.

CONDUTTORI SANREMO 2018

L’indicazione di Claudio Baglioni direttore artistico e conduttore di Sanremo 2018 è arrivata a settembre senza alcuna indicazione sui suoi compagni di avventura sul palco. L’annuncio dei partner, co-conduttori o co-conduttrici del Festival, di consueto, è avvenuto molte settimane più tardi. Inizialmente si vociferava che Baglioni sarebbe stato capitano giocatore di una squadra di tre o quattro volti, complementari tra loro. Non era trapelato nulla di più. A metà novembre è stato il nuovo direttore di Raiuno Angelo Teodoli a parlare, al quotidiano la Stampa, di un trio composto da Baglioni, dalla Hunziker e da un attore italiano, un ‘Banderas italiano’. Sono circolati i nomi di Roul Bova e Luca Argentero. Ma la scelta è poi caduta su Favino. L’ufficialità è arrivata alla fine di dicembre.

 

 

Per quanto riguarda Baglioni, non è la prima volta che un cantante viene scelto per condurre la manifestazione canora più prestigiosa d’Italia. Nel 2012 era toccato a Gianni Morandi. Il capitano e direttore artistico si è già messo in discussione in tv più volte. Nel 1997 ad esempio ha condotto sulla Rai il programma ‘Anima Mia’, con Fabio Fazio. È stato poi protagonista, sempre sulla Rai, di serate evento con Morandi, nel tour ‘Capitani Coraggiosi’, e del concerto ‘Avrai’. Nulla di certo è trapelato sul suo cachet. Secondo i rumors l’accordo tra Baglioni e la Rai prevederebbe un compenso di almeno il 10% inferiore ai 650mila euro percepiti da Carlo Conti per la conduzione e la direzione artistica del Festival 2017. L’eredità da raccogliere è comunque pesante. Baglioni si fa carico della kermesse dopo tre anni di successi di critica e di ascolti raccolti da Conti: 48,6% di share nel 2015, 49,6% nel 2016 e 50,7% nel 2017.

PRESENTATORE, CLAUDIO BAGLIONI

Romano, 67 anni, Claudio Baglioni, presentatore di Sanremo 2018, ha alle spalle quasi mezzo secolo di carriera e tanti successi. Una carriera costellata da record di vendite e straordinari concerti evento. È uno sicuramente dei più apprezzati artisti di musica leggera degli ultimi decenni. I numeri parlano chiaro: 33 album, 55 milioni di copie vendute. Ha raggiunto il massimo successo commerciale negli anni ’80 con l’album ‘La vita è adesso’, con suoi testi e sue musiche, rimasto per ben 27 settimane in testa alle classifiche italiane grazie a un milione e 200mila copie vendute. Ma la popolarità e l’apprezzamento del pubblico erano arrivati già da qualche anno. Un altro successo, il brano ‘E tu’, era stato ad esempio colonna sonora dell’estate nel 1974. Le sue note sono riuscite ad unire diverse generazioni. Baglioni non ha mai partecipato al Festival nella veste di concorrente ma è stato il primo super ospite italiano fuori concorso a salire sul palco dell’Ariston. Era il 1985. Pippo Baudo premiò ‘Questo piccolo grande amore’ come canzone del secolo. Baglioni tornò di nuovo a Sanremo quasi 30 anni dopo, nel 2014, come super ospite, infiammando ancora la platea.

 

 

DIRETTORE ARTISTICO, CLAUDIO BAGLIONI

Il regolamento di Sanremo 2018 oltre a precisare che la direzione artistica della kermesse è affidata a Claudio Baglioni spiega che il direttore artistico del Festival ha il compito, in accordo con la direzione di Raiuno, di elaborare il progetto di spettacolo, curare la composizione del cast artistico, scegliere ed invitare (in collaborazione con la Commissione Musicale) gli artisti in competizione della sezione campioni (i cantanti big), curare i rapporti con le case discografiche e svolgere tutte le attività come previste dallo stesso regolamento. La Commissione Musicale è l’organismo collegiale, composto da esperti del mondo della musica, della cultura e della comunicazione multimediale, che svolge operazione di selezione e scelta degli artisti sia della sezione campioni che della sezione nuove proposte.

CO-CONDUTTORI E CO-CONDUTTRICI, IL TOTONOMI

Tra i nomi di possibili co-conduttrici ad ottobre erano circolati quelli di Ilaria D’AmicoSabrina Ferilli e Miriam Leone. A novembre è arrivata poi una rivelazione di Tv Sorrisi e Canzoni che ha archiviato le voci fino a quel momento circolate. Il settimanale del gruppo Mondadori è stato il primo a rivelare che i vertici della Rai erano interessati ad affiancare a Baglioni una nota conduttrice come Michelle Hunziker per tutte le serate della manifestazione musicale. Poi giorni dopo è arrivata la conferma. In una dichiarazione al quotidiano La Stampa, pubblicata il 21 novembre, il direttore di Raiuno Teodoli parlando del Festival di Sanremo ha anticipato: «Lo condurranno Claudio Baglioni, Michelle Hunziker che va verso la firma e stiamo cercando un Banderas italiano per un trio perfetto eliminando le vallette». Per il ruolo di ‘Banderas’ insieme a Pierfrancesco Favino sono finiti nel totonomi anche Raoul BovaLuca Argentero e Alessandro Gassmann.

VALLETTE

A Sanremo 2018 al fianco dei conduttori non ci saranno vallette. Baglioni, Hunziker e Favino saranno i soli a presentare il Festival. Saranno loro tre gli unici protagonisti sul palco dell’Ariston insieme ai 20 campioni in gara, le 8 nuove proposte e gli ospiti nazionali e internazionali della kermesse.

MICHELLE HUNZIKER

Michelle Hunziker, 40 anni, origini svizzeree naturalizzata italiana, è una delle conduttrici più note della televisione italiana. Ha esordito come modella negli anni ’90. Ha poi debuttato in tv nel ’95, con un’apparizione nella trasmissione ‘Buona Domenica’ condotta da Gerry Scotti. L’anno successivo ha affiancato Paolo Bonolis nella conduzione del programma ‘I Cervelloni’, esperienza che ha rappresentato l’inizio di una lunga carriera sulle reti Mediaset e su canali stranieri, svizzeri e tedeschi. Tra le trasmissione più note condotte ci sono ‘Zelig’, ‘Scherzi a parte’, ‘Paperissima’, ‘Striscia la notizia’, e le edizioni 2002 e 2003 del Festivalbar. Negli anni ’90 è diventata molto popolare anche per la relazione e il matrimonio con Eros Ramazzotti, sposato nel ’98. La loro storia è finita nel 2002. Dal 2011 è legata all’imprenditore Tomaso Trussardi, sposato nel 2011. ha già condotto il Festival di Sanremo nel 2007, al fianco di Pippo Baudo.

PIERFRANCESCO FAVINO

Pierfrancesco Favino, romano, 48 anni, è uno dei personaggi più noti e apprezzati del cinema italiano. Il pubblico lo ha conosciuto soprattutto grazie ad alcune fiction di successo, tra fine anni ’90 e inizio 2000 come ‘Amico mio’, ‘Padre Pio’ e ‘Ferrari’. La consacrazione in tv è però arrivata nel 2006 con il ruolo da protagonista nella serie ‘Gino Bartali’. La sua carriera si Favino si è sempre svolta su un doppio binario, tra piccolo e grande schermo. E in parte anche a teatro. Favino ha vinto due David di Donatello come miglior attore non protagonista, per ‘Romanzo criminale’ e ‘Romanzo di una strage’. Tra i suoi ultimi film ‘Suburra’, che racconta la Roma della cosiddetta Mafia Capitale.

(Ultimo aggiornamento il 31 gennaio 2018 alle ore 17.45. Foto di copertina da archivio Ansa. Credit: ANSA / RICCARDO DALLE LUCHE)