La denuncia del candidato a Ostia: «Io minacciato e picchiato da Casapound»

di Redazione | 04/11/2017

casapound

«Luca Marsella, l’esponente di Casapound che è candidato alle elezioni del X Municipio come presidente e altri esponenti, continuamente minacciano e picchiano persone attive sul territorio, tra cui il sottoscritto. Sono stato minacciato e picchiato più volte. Ho ricevuto danni alla macchina. Non posso più parcheggiare la macchina sotto casa perché ho paura che mi bucano le ruote o mi rompono i vetri. Quello che chiedo io e la maggior parte della cittadinanza è di sospendere la candidatura di Marsella e l’intero gruppo di Casapound».

 

LEGGI ANCHE > Battaglia a colpi di tweet tra CasaPound e la giornalista sotto scorta Federica Angeli

 

OSTIA, CANDIDATO DENUNCIA DI ESSERE STATO PICCHIATO DA CASAPOUND

A parlare è Diego Gianella, che a Ostia è candidato consigliere della lista civica Laboratorio Civico X, che alle elezioni del 5 novembre sostiene il parroco don Franco De Donno. La sua denuncia è stata raccolta in un video del Fatto Quotidiano a firma Angela Gennaro. «Sono assolutamente estraneo a qualsiasi tipo di violenza», è stata la risposta di Marsella, candidato alla presidenza del municipio. «È chiaro che c’è un’attenzione verso Casapound alta a Ostia, perché il nostro movimento può decollare». E ancora: «Questi sono i mezzi dei militanti antifascisti, manovrati da grandi partiti e poteri, per screditarci, ma non gli crede più nessuno. Siamo un movimento limpido che agisce alla luce del sole. Le nostre sedi sono aperte 365 giorni. Le iniziative che facciamo nel sociale sono sotto gli occhi di tutti. Non saranno queste menzogne, questi attacchi ad orologeria, a farci perdere voti».

(Foto: una manifestazione di Casapound. Credit: ANSA / GIUSEPPE LAMI)