Ecosistema urbano 2017
|

La classifica di Ecosistema urbano 2017: Roma sempre meno green, prima Mantova

È stato pubblicato oggi il report Ecosistema urbano 2017, uno studio di Legambiente e Ambiente Italia, che misura lo stato di salute delle città italiane: le città più green d’Italia sono le stesse del 2016, con Mantova che quest’anno conquista la vetta. Migliorano notevolmente Bologna, Milano e Firenze, mentre Roma è sempre più in picchiata e dall’85esimo posto dell’anno scorso scende all’88esimo (su un totale di 104 città in classifica).

LEGGI ANCHE > L’ITALIA È IL PRIMO PAESE DELL’UNIONE EUROPEA PER RICICLO DI RIFIUTI

Ecosistema urbano 2017 tiene conto dei classici parametri ambientali, la qualità dell’aria, la gestione dei rifiuti, il verde pubblico, ma anche le piste ciclabili e lo spreco di acqua. Quest’anno però – sottolinea il Sole 24 Ore, che ha pubblicato la classifica in esclusiva – c’è una novità: l’introduzione di bonus assegnati alle città in cui si sono attivate politiche ambientali innovative, come progetti per il recupero delle acque, la gestione dei rifiuti, l’efficientamento del trasporto pubblico o l’incremento di quello in bicicletta.

ECOSISTEMA URBANO 2017: MACERATA CITTÀ PIÙ GREEN D’ITALIA

Nonostante la novità, la vetta della classifica di Ecosistema urbano 2017 non è cambiata di molto: le otto città più green del 2016 – Macerata, Verbania, Mantova, Trento, Bolzano, Parma, Belluno e Oristano – sono ancora nella top ten. È cambiato solo il loro ordine, con Mantova che passa dalla terza alla prima posizione e Macerata che scende alla settima. Per il Sole 24 Ore la valutazione generale non è negativa: il 2016 (i dati analizzati dal report si riferiscono infatti all’anno scorso) è stata “un’annata meno scoraggiante di altre, con un saldo positivo tra gli indicatori rivolti verso l’alto e quelli che puntano verso il basso”. A essere migliorati sono i parametri riferiti alla qualità dell’aria e alla raccolta differenziata, mentre dati negativi arrivano dal consumo di acqua e dalla produzione di rifiuti, in continuo aumento.

Ecosistema urbano 2017
La classifica completa di Ecosistema urbano 2017

Nessuna città, neanche quelle che si piazzano ai primi posti della classifica di Ecosistema urbano 2017, è esente da problemi, come spiega nella prefazione del dossier la presidente di Legambiente Rossella Muroni:

Nella città che vorrei i cittadini fanno la raccolta differenziata dei rifiuti come a Mantova, l’aria è pulita come a Bolzano, la mobilità è sharing come a Milano, le biciclette si muovono in sicurezza come a Pesaro, si risparmia acqua come a Pordenone e l’energia viene prodotta con il solare come a Bologna.

Questa città ideale non esiste nel nostro Paese e soprattutto anche le città che segnaliamo in positivo nel nostro Rapporto annuale Eco- sistema Urbano non possono dirsi ideali, visto che registrano buone performance in diversi indicatori ma non riescono a garantire una contemporanea qualità di tutti o quasi i parametri ambientali presi in considerazione.

ECOSISTEMA URBANO 2017, ROMA SEMPRE PEGGIO, MENTRE SALGONO MILANO, BOLOGNA E FIRENZE

C’è poi il caso Roma: andava male l’anno scorso (85esima), va peggio quest’anno (88esima). Al di là del paragone con le altre città (a cui per una questione di dimensioni e numero di abitanti non la si può davvero mettere a confronto) a pesare nella Capitale è la gestione dei rifiuti (una gran quantità vengono ancora smaltiti all’estero o fuori regione, spiega il dossier) e il servizio scadente offerto dal trasporto pubblico. Le grandi città italiane hanno difficoltà a conquistare le vette della classifica di Ecosistema urbano, ma Milano, Bologna e Firenze quest’anno hanno fatto registrare grandi miglioramenti: il capoluogo emiliano avanza di 34 posizioni e si piazza 22esima, mentre Milano fa una scalata record di 42 punti e conquista il 31esimo posto. Firenze da 67esima diventa 51esima. Le città meridionali, invece, nel complesso non ottengono grandi risultati, ma ci sono delle eccezioni: Oristano che resta nella top ten dei centri più green e Cosenza, che si piazza in 13esima posizione.

Fotocopertina: Pixabay