aggressione bengalese roma
|

Cinque giovani tra i 17 e 19 anni aggrediscono un bengalese a Roma

Centro storico di Roma, tre di notte. Cinque giovani – tutti di età compresa tra i 17 e i 19 anni – aggrediscono due migranti, un bengalese di 27 anni e un egiziano. Li hanno circondati, li hanno insultati con frasi odiose come «sporco n***o», li hanno aggrediti. Alla fine, ad avere la peggio è proprio il giovane proveniente dal Bangladesh, che è stato subito trasportato in ospedale. Presenta lesioni al volto guaribili in trenta giorni.

LEGGI ANCHE > Il clochard di 60 anni aggredito e dato alle fiamme in una villa pubblica a Torino

AGGRESSIONE BENGALESE ROMA, I FATTI

I fatti si sono svolti nella centralissima piazza Cairoli. L’intervento delle forze dell’ordine è stato rapido e la polizia è riuscita a bloccare i cinque ragazzi. Uno è stato arrestato, gli altri sono stati denunciati. Il fermo è avvenuto in via delle Botteghe Oscure, a poca distanza da Piazza Venezia e dai Fori imperiali, qualche centinaio di metri più in là rispetto al luogo dove si è verificata l’aggressione.

AGGRESSIONE BENGALESE ROMA, UNO DEI GIOVANI ACCUSATO DI TENTATO OMICIDIO

A tracciare un quadro dettagliato dei fatti alle forze dell’ordine è stato proprio il compagno egiziano del 27enne che ha avuto la peggio: l’uomo ha raccontato che i cinque ragazzi si sono avvicinati proprio per rivolgere insulti a sfondo razziale ai due malcapitati, passando poi alla violenza fisica. In modo particolare, uno dei cinque si è accanito contro il volto del bengalese quando questi si trovava già a terra, colpendolo ripetutamente con pugni e calci. Per lui, l’accusa è di tentato omicidio.