Virginia Raggi Bella Ciao
|

Virginia Raggi partigiana per un giorno, la sindaca canta «Bella Ciao» | VIDEO

L’occasione è quella della marcia degli Antifascisti a Roma, che si è svolta il 28 ottobre. La manifestazione si è conclusa con un breve incontro in Campidoglio tra l’amministrazione comunale presieduta da Virginia Raggi e i gruppi locali e nazionali dell’Anpi, associazione italiana partigiani. Nel corso dell’incontro, il sindaco di Roma ha ribadito che «bisognerà sempre proclamare ogni giorno che Roma è fieramente antifascista».

LEGGI ANCHE > Lino Banfi critica i topi grassi di Roma governata da Virginia Raggi | VIDEO

VIRGINIA RAGGI BELLA CIAO, GUARDA IL VIDEO DI VISTA

Parole che hanno toccato i sentimenti più profondi dei presenti che, in aula Giulio Cesare, hanno iniziato a intonare in coro il famoso canto partigiano Bella Ciao, da sempre icona nei rituali e nella simbologia della sinistra italiana. Il canto, a sorpresa, è stato intonato anche dalla sindaca Raggi che si è lasciata trascinare dall’entusiasmo dei presenti.

VIRGINIA RAGGI BELLA CIAO, LE POLEMICHE SUI SOCIAL

Sommessamente, con qualche frase spezzata, quasi timida: in ogni caso, le tante telecamere e gli smartphone che documentavano l’incontro sono stati irrimediabilmente attratti dal canto della sindaca, che, in pochi istanti, si è guadagnata la scena e l’attenzione di tutti gli obiettivi dei fotografi, degli operatori di ripresa e della gente comune.

Non sono mancate, tuttavia, le polemiche sui social. C’è chi ha definito il canto della Raggi un’uscita da «pentazeccati», mentre in altre frasi si percepisce il fastidio nei confronti di una manifestazione anti-fascista ospitata in Campidoglio. Inoltre, qualcuno ha invitato la Raggi a occuparsi delle «cose serie», sostenendo che sarà apprezzata solo quando canterà «monnezza ciao».