asia argento
|

La polemica social, Guia Soncini accusata di «ipocrisia» su Asia Argento

Prima ha affermato che le vittime di Harvey Weinstein gliela hanno data «con la fionda» e poi ha scritto un articolo sul «fallimento del femminismo italiano». È per questo che è finita al centro di una bufera la giornalista Guia Soncini, accusata sui social network di essere ipocrita, eccessiva, provocatrice. La polemica è finita perfino sulle pagine del sito del New York Times, (sulle pagine di Women in the World, che si appoggia alla piattaforma del Nyt),  lo stesso che aveva pubblicato le sue opinioni.

GUIA SONCINI E ASIA ARGENTO, POLEMICA SOCIAL

Nel mirino della rete sono finiti soprattutto due tweet. Uno pubblicato il 10 ottobre: «Sogno un pezzo su Weinstein d’una sola riga: quello sarà un vecchio porco, ma voi gliela tiravate con la fionda, finché pensavate servisse», scriveva la Soncini.

 

 

Un altro velenoso tweet (ripreso da Asia Argento) è stato invece pubblicato il 16 ottobre: «Non so come dirvelo, ma il sottotesto ‘d’altra parte sapeste che bel culo che ho’ ogni volta che rievocate la molestie si nota moltissimo». L’editoriale sul fallimento del femminismo sul Nyt a sua firma è spuntato due giorni fa. Scatenando subito reazioni forti.

 

 

 

È stata innanzitutto Asia Argento ad evidenziare un’anomalia, un’incongruenza. «Come può lei parlare di fallimento del femminismo italiano sul New York Times, dopo aver scritto questo genere di tweet», ha chiesto l’attrice citando il vecchio messaggio dell’opinionista.

 

 

Nel suo articolo Guia Soncini sostiene che in Italia «coloro che si chiamano femministi» combattono per i diritti di una donna solo se le sono amici e che la solidarietà spunta solo quando la vittima di molestie risulta simpatica, che non è gradito un femminismo trionfale in cui non è coinvolto nessuno dei propri conoscenti. La giornalista ha parlato delle reazioni alla storia di Asia Argento, con i commenti che sarebbero stati condizionati dal personale giudizio sull’attrice. Ma ha anche accusato la stampa italiana di essere stata tenera con l’attrice, di non aver posto l’accento su dichiarazioni discordanti rese dall’attrice in questi giorni. «Temo che tu abbia scelto il giornalista sbagliato per scrivere del fallimento del femminismo italiano», è stata la replica di Asia Argento. E il Women in the World ha preso nota: «Editorialista italiana accusata di ipocrisia».

(Aggiornato il 30 ottobre alle ore 9.00. Foto Dpa da archivio Ansa. Credit immagine: Hubert Boesl)