|

Nina Moric verso la candidatura: «C’è bisogno della rivoluzione di CasaPound» | VIDEO

Nina Moric sempre più vicina alla candidatura per le prossime elezioni politiche, nelle fila di CasaPound. La modella croata si è avvicinata ai fascisti del terzo milennio grazie al fidanzato, Luigi Favoloso. Con lui sta girando l’Italia, per dare supporto ai militanti delle sezioni sparse sul territorio. Venerdì 20 ottobre sono stati a Ostia per la campagna elettorale di Luca Marsella, candidato alla presidenza del Municipio X di Roma.

NINA MORIC A OSTIA PER LA CAMPAGNA ELETTORALE DI CASAPOUND

Giunta sul litorale romano nel tardo pomeriggio, Nina Moric ha accompagnato Marsella e un gruppo di militanti di CasaPound in un giro per le strade di Lido di Ostia. Baci, selfie, strette di mano, pause caffè e un pit stop dal parrucchiere, per dimostrare vicinanza ai commercianti della zona. La modella croata, naturalizzata italiana, è un asso nella manica dei fascisti del terzo millennio, che puntano su di lei e sulla sua notorietà per ampliare il loro bacino elettorale.

LEGGI ANCHE > SIMONE DI STEFANO: «NINA MORIC NON SARÀ CAPOLISTA DI CASAPOUND»

In serata, Nina Moric e il fidanzato hanno partecipato alla cena elettorale organizzata da Marsella e dalla compagna, Carlotta Chiaraluce, capolista di CasaPound per le elezioni di Ostia. All’ingresso del ristorante abbiamo chiesto alla modella se ha intenzione di candidarsi a qualche carica pubblica in futuro: «Se lo ha fatto Razzi, posso farlo anche io», ha risposto ironica. L’intenzione è chiara, come si è capito nel resto della serata: Nina Moric punterebbe al Parlamento per le elezioni politiche del 2018, dove CasaPound spera di conquistare qualche seggio. Se dovessero riuscirsi, è probabile che su uno degli scranni del movimento neofascista a sedere sarà proprio la showgirl italo-croata.

NINA MORIC VICINA ALLA CANDIDATURA CON CASAPOUND: «NON FACCIAMO ACCORDI CON NESSUNO, CI ACCORDIAMO SOLO GLI ITALIANI!»

Possibili alleanze con altri partiti di destra potrebbero indubbiamente aiutare CasaPound nell’impresa. Nina Moric, però, si sente di escluderlo: «Noi non facciamo accordi con nessuno, noi ci accordiamo solo gli italiani!», spiega, interrompendo Luca Marsella, che secondo lei trionferà al Municipio X. Il suo ottimismo per il futuro del movimento, comunque, si estende oltre ai confinti di Ostia: «In questo momento l’italia si trova in un momento difficile e ha bisogno di una grande rivoluzione – racconta alla folla radunata alla cena elettorale – e questa grande rivoluzione la può fare solo CasaPound. Quindi avanti e coraggio, ce la faremo!»