I documenti per votare alle Elezioni Politiche 2018: la tessera elettorale, la carta d’identità

di Donato De Sena | 23/10/2017

documenti elezioni politiche 2018

Come sempre, come è ovvio, come avviene in ogni altra consultazione, per votare alle Elezioni Politiche 2018 è necessario presentarsi al proprio seggio elettorale munito di un documento di riconoscimento e della tessera elettorale.

 

LEGGI ANCHE > Come si vota alle Elezioni Politiche 2018: cosa prevede il Rosatellum

 

DOCUMENTI ELEZIONI POLITICHE 2018

I documenti per l’identificazione da presentare al momento del voto sono compresi in tre categorie. Della prima fanno parte la carta d’identità e ogni altro documento di riconoscimento munito di fotografia, rilasciato dalla pubblica amministrazione. Si può votare quindi anche presentando patente di guida, patente nauticapassaporto, libretto di pensione, porto d’armi. Questi documenti d’identità possono risultare anche scaduti purché risultino regolari sotto ogni altro aspetto e possano assicurare la precisa identificazione del votante. Della seconda categoria fanno parte la tessera di riconoscimento rilasciata dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia, che dev’essere munita di fotografia e convalidata da un Comando militare. Della terza, invece, la tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, anche questa munita di fotografia. In mancanza di un documento idoneo, l’elettore può essere riconosciuto da uno dei membri del seggio, che ne attesta l’identità. Ma il riconoscimento dell’elettore può avvenire anche attraverso un altro elettore del comune, noto al seggio e provvisto di documento valido, che ne attesti l’identità. In questo caso il presidente avverte l’elettore delle pene stabilite per chi afferma il falso, per chi concorre all’ammissione al voto di chi non ne ha diritto o all’esclusione di chi ne ha.

TESSERA ELETTORALE

La tessera elettorale è il documento ufficiale attraverso il quale i cittadini italiani possono esercitare il diritto di voto. Viene rilasciato dall’ufficio elettorale del comune in cui risiede dell’elettore, cioè dal comune nelle cui liste l’elettore risulta essere iscritto. Anche l’eventuale rinnovo avviene presso gli uffici elettorali del comune di residenza. La tessera è valida per diciotto elezioni e viene consegnata dall’Ufficio elettorale al compimento del diciottesimo anno di età.  Di solito gli uffici elettorali restano aperti per l’intera giornata anche nei giorni a ridosso del voto e nel giorno del voto per tutta la durata delle operazioni di votazione, per consentire ai cittadini che hanno smarrito la tessera, o che hanno esaurito gli spazi per la certificazione del voto, di rinnovarla.

CARTA D’IDENTITÀ

La carta d’identità è certamente il documento di riconoscimento più utilizzato ai seggi dagli elettori. Viene rilasciata dal comune di residenza o di dimora del cittadino.

(Ultimo aggiornamento 29 ottobre 2017 alle 17.50. Foto di copertina da archivio Ansa. Credit: GIULIA MUIR / ANSA / DEF)