Grillo
|

Beppe Grillo lancia la sfida per la Sicilia: «Io e Berlusconi siamo due buffoni, uno dei due è falso»

Beppe Grillo ha fatto una battuta piuttosto particolare ai giornalisti che gli chiedevano della sua sfida a distanza con Silvio Berlusconi per la vittoria alle elezioni regionali siciliane. «Io e Berlusconi siamo due buffoni, uno contro l’altro. Uno dei due è falso. Bisogna vedere qual è», la risposta del garante del M5S prima di entrare nel teatro di Trento, dove si è esibito in una tappa del suo tour Fake. Grillo, dopo la nomina di Luigi Di Maio a capo politico e candidato premier dei 5 Stelle in vista delle elezioni politiche 2018, ha ridotto il suo impegno politico.

BEPPE GRILLO SI DEFINISCE UN BUFFONE COME BERLUSCONI

Per le regionali in Sicilia però il fondatore del M5S tornerà a un ruolo più attivo. Il 28 ottobre, sabato prossimo, sarà in piazza a Catania, nel giorno in cui arriverà Silvio Berlusconi nella città etnea. Una sfida a distanza tra i leader delle due formazioni politiche che si contendono la Sicilia secondo i sondaggisti, un duello che potrebbe poi replicarsi alle politiche dell’anno prossimo. Secondo le ultime rilevazioni sulle intenzioni di voto il candidato del M5S Giancarlo Cancelleri è molto vicino a Nello Musumeci, l’esponente del centrodestra che guida la corsa verso la successione del presidente Crocetta. In Sicilia il centrosinistra, diviso tra le candidature di Micari e Fava, appare molto lontano, e la quarta regione d’Italia per popolazione potrebbe esser la prima a esser conquistata dai 5 Stelle. Beppe Grillo ha lanciato una mobilitazione di tutto il M5S per la vittoria nell’isola, necessaria per garantire una spinta politica e anche mediatica alla corsa per le elezioni nazionali dell’anno prossimo dopo la deludente tornata amministrativa del 2017. Dalle principali città governate dal M5S non arrivano notizie molto positive,  e una vittoria in Sicilia sarebbe fondamentale per rilanciare un’immagine un po’ offuscata negli ultimi mesi. L’unico ostacolo al successo dei 5 Stelle è il centrodestra, che in questo momento appare l’area politica più forte in Italia. Dopo aver dominato le comunali 2017 l’alleanza di Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia, più partiti minori, potrebbe bissare il successo del giugno scorso in Sicilia.

Foto copertina: ANSA/JACOPO SALVI