Renzi
|

Matteo Renzi contestato con un «Com’ ammàmete» a Polignano a Mare | VIDEO

Matteo Renzi è stato contestato da diverse persone al suo arrivo alla stazione ferroviaria di Polignano a Mare. Come mostra un video di Mediareport.tv, il segretario del Partito Democratico ha ricevuto applausi ma anche più di un’offesa quando è sceso dal treno con cui sta girando l’Italia in queste settimane. Dopo aver abbracciato alcuni dirigenti e amministratori del PD Renzi ha chiesto a una persona come stesse.

IL VIDEO DI RENZI PRESO IN GIRO CON UN «COM’AMMAMETE»

La donna gli ha risposto con una offesa tipica della Puglia, «Com’ ammàmete»,  che letteralmente significa «A tua madre». In dialetto pugliese, o barese più precisamente, questa imprecazione ha diversi significati. Il più diffuso è «Raccontalo a tua madre», nel senso a me non racconti questa versione, piuttosto dillo a tua madre. Ci sono poi altri utilizzi più offensivi, paragonabili al più diffuso e conosciuto «Salùtem’ a ssòreta». Una presa in giro che rimarca una conoscenza intima con un familiare della persona denigrata, la sorella o la madre. Nel video di Mediareport.tv  si nota come Matteo Renzi abbia ricevuto un’accoglienza piuttosto contrastata a Polignano a Mare. Le persone che stanno vicino al segretario del PD sono entusiaste, mentre chi invece è collocato più a distanza dalla folla attorno a Renzi si lancia in alcuni fischi e insulti, come un  «Buffone» ripetuto più volte. Ad accogliere l’ex presidente del Consiglio alla stazione di Polignano a Mare c’erano Antonio De Caro, il sindaco di Bari, e il primo cittadino del comune pugliese, Domenico Vitto. Il viaggo di Renzi in treno è partito alcuni giorni fa, e proseguirà per diverse settimane in cui il segretario del PD farà il giro dell’Italia. Un modo per lanciare la campagna elettorale per le elezioni politiche 2018 previste indicativamente per la fine dell’inverno o l’inizio della primavera dell’anno prossimo.

Foto copertina: screenshot di di Youtube/Mediareport