Adinolfi
|

Mario Adinolfi bloccato da Facebook per aver paragonato Asia Argento a una prostituta

Mario Adinolfi è stato bloccato da Facebook per un duro commento rivolto nei confronti di Asia Argento. Il giornalista e leader del Popolo della Famiglia ha scritto un lungo post in cui aveva criticato l’intervista dell’attrice a Cartabianca di ieri sera. Secondo Adinolfi Asia Argento non ha subito molestie sessuali, bensì ha fatto sesso per ottenere un vantaggio di carriera, come prassi nell’ambiente cinematrografico.

ADINOLFI SOSPESO DA FACEBOOK PER UN POST SU ASIA ARGENTO E PROSTITUZIONE

Comportamenti più simili alla prostituzione per il giornalista. «La sensazione complessiva è che la Argento abbia cercato di trasformare un suo clamoroso errore giovanile in un’occasione positiva di immagine. Aver subito le attenzioni sessuali del potentissimo produttore Harvey Winstein controvoglia, senza reagire e senza denunciare, è senza dubbio un errore.Ora, la Argento qualifica l’episodio come “stupro” e in tutta evidenza stupro non è: ci sono infinite foto della ragazza molto sorridente accanto al presunto stupratore, finché era potente…Quando un maschio prepotente usa un elemento del suo potere, solitamente il denaro, per ottenere i favori sessuali di una donna che li mette a disposizione per un proprio vantaggio, quella non è violenza sessuale. Quello è uno schifo, sono d’accordo. Il maschio è un porco, sono d’accordo. Ma quella si chiama prostituzione». Il post di Adinolfi è stato pubblicato dopo l’intervista di Bianca Berlinguer ad Asia Argento trasmessa durante la puntata di Cartabianca di ieri, ed è stato segnalato da alcuni utenti a Facebook. Il social media ha deciso di sospendere Mario Adinolfi, per la terza volta nel 2017, per la violazione degli standard della comunità. Il giornalista è ormai abbonato ai blocchi di Facebook: la prima volta quest’anno si era verificata quando aveva paragonato la morte di Dj Fabo all’eugenetica nazista.Una sospensione che aveva suscitato un forte clamore vista l’indignazione suscitata dalleparole di Adinolfi. La denuncia del blocco è stata fatta dalla moglie del leader del Popolo della Famiglia, Silvia Pardolesi. «Per l’articolo pubblicato a firma di Mario, a proposito dell’intervista di Bianca Berlinguer ad Asia Argento, anche la pagina Amici di Mario Adinolfi è stata bloccata per 24h. L’articolo è stato cancellato da Facebook. Ormai, in tutta evidenza, a Mario è deliberatamente impedita la libera espressione di pensiero. Noi e la nostra famiglia possiamo essere sottoposti agli insulti più ignobili, cosa che sta accadendo su Twitter. Un ragionamento, tra l’altro pacatissimo e senza offese, sul reale significato della dignità femminile viene invece censurato. Ha ragione Mario, è il mondo al contrario. Di seguito l’articolo cancellato, vediamo se bloccano anche me…». Nel resto del post Adifonolfi rivolgeva dure critiche ad Asia Argento, e le chiedeva di fare il nome dell’attore che l’avrebbe molestata a 16 anni. Un invito ripetuto anche su Twitter. « Invece di inveire contro di me chiedetevi perché Asia non fa il nome del regista che a 16 anni le mostrò il pene. Scopritelo, è facile».

Foto copertina: ANSA/GIORGIO BENVENUTI