Nina Moric
|

Nina Moric a Ostia per la campagna elettorale di Casapound, che nei sondaggi vola

Sembra un appuntamento elettorale minore e invece le elezioni del prossimo 5 novembre al municipio X di Roma, quello del litorale romano, hanno tutti gli ingredienti per avere una portata nazionale e indubbiamente avranno conseguenze sulle regionali della prossima primavera. 9 candidati, il Movimento 5 Stelle superfavorito, la sinistra spezzettata e il centro destra che trova invece la quadra e schiera una candidata unica, Monica Picca di Fratelli d’Italia.

ELEZIONI OSTIA, OCCHIO A CASAPOUND

E se le prime elezioni di Ostia dopo due anni di commissariamento (il municipio è stato sciolto nel 2015 per Mafia Capitale) sono un buon banco di prova per le prossime elezioni politiche, allora è bene che si guardi con più attenzione quello che sta succedendo all’estrema destra del litorale romano: il candidato di CasaPound, Luca Marsella, è avanti nei sondaggi rispetto all’esponente del Pd, l’ex senatore dei Verdi Athos De Luca.

32 anni, consulente informatico, a Ostia Marsella è nato e cresciuto e da tempo è il responsabile locale di CasaPound. In corsa con lui c’è anche la compagna, Carlotta Chiaraluce, capolista del movimento di estrema destra. La loro campagna elettorale è iniziata già da qualche mese, con la lotta agli abusivi sulle spiagge del litorale romano.

LEGGI ANCHE > CASAPOUND A CACCIA DEGLI AMBULANTI STRANIERI SULLE SPIAGGE DI OSTIA | VIDEO

ELEZIONI OSTIA, PER LA CAMPAGNA ELETTORALE DI CASAPOUND ANCHE NINA MORIC

Il contrasto degli ambulanti irregolari in favore dei piccoli commercianti è uno dei loro cavalli di battaglia, insieme allo sgombero dell’ex colonia Vittorio Emanuele sul lungomare Toscanelli occupata da migranti, dove venerdì Marsella e compagni di partito hanno organizzato un blitz contro Giorgia Meloni. Il leitmotiv della campagna di CasaPound è “prima gli italiani” e “ripristino della legalità”. A sostenerla venerdì scenderà in campo la modella Nina Moric, attesa per una cena elettorale insieme al responsabile di CasaPound del Lazio, Mauro Antonini.

Alle elezioni di Ostia gli occhi sono quindi puntati su CasaPound, soprattutto quelli del centrodestra, ma Marsella – sicuro di andare al ballottaggio contro la candidata del M5S – ha escluso possibili alleanze con “i vecchi partiti”.

Foto copertina: dal profilo Facebook di Nina Moric