Il funzionario della regione Basilicata non si scusa con Francesca Barra: «Che ho fatto di male?»

di Gianmichele Laino | 06/10/2017

hater Francesca Barra

Da diversi giorni Francesca Barra e il compagno Claudio Santamaria stanno portando avanti una battaglia contro gli haters sui social network. E nel mirino è finito anche Mimmo Leccese, il funzionario della regione Basilicata che, a luglio, aveva messo in dubbio la paternità dell’ultima figlia della giornalista lucana e aveva fatto del gossip decisamente spinto sulla relazione tra la Barra e lo stesso Santamaria. Nonostante le proteste pubbliche della giornalista, in questi giorni, ha continuato a pubblicare post di dubbio gusto sulla vicenda, tutti corredati dall’incomprensibile hashtag #BarraADritta.

LEGGI ANCHE > L’hater di Francesca Barra è recidivo: ci era già cascato con la Lucarelli. E ora in Regione rischia

MIMMO LECCESE FRANCESCA BARRA: «CHE HO FATTO DI MALE?»

«Ma che ho fatto di male?» ha detto al giornalista di Repubblica Leo Amato, che lo ha contattato. «Sono personaggi pubblici – ha detto Mimmo Leccese – e non possono pretendere di essere esenti da critiche». Il funzionario della Regione, tuttavia, non ha fornito una spiegazione sufficiente al fatto di aver messo nel mirino gli incolpevoli figli di Francesca Barra e si è limitato a una generica affermazione sul fatto di essere contrario alla violenza sulle donne: «Faccio iniziative contro il femminicidio e non ho nulla contro le donne. Me la sono presa con Francesca Barra perché ha avuto sempre un atteggiamento da snob a Policoro (il paese in provincia di Matera dove è nata la giornalista, ndr)».

MIMMO LECCESE FRANCESCA BARRA, LE ALTRE «VITTIME»

Insomma, come fa notare il giornalista di Repubblica, Leccese sarebbe un «giustiziere del web in base ai pettegolezzi di paese». Inoltre, quando gli viene fatto notare di essere recidivo (il funzionario ha attaccato anche Federica Bruzzone e Selvaggia Lucarelli in passato), Leccese minimizza: «Trascorro sul web circa otto ore, dalle 16 a mezzanotte. Non posso fare quello che voglio a casa mia?».

Intanto, Facebook ha momentaneamente sospeso il suo profilo. Ma anche questa cosa, per Leccese, non rappresenta un problema: «Dopodomani dovrebbe tornare a funzionare, nessun problema. Ma continuerò a utilizzarlo per scrivere quello che voglio».

FOTO ANSA/ETTORE FERRARI