Briatore ha litigato con Cavalli e ha affermato che «il botulino gli va alla testa» | VIDEO

di Gianmichele Laino | 27/09/2017

Briatore condannato

Ha affermato che «il botulino gli va alla testa». Le parole sono di Flavio Briatore, il contesto è la trasmissione di Rai Tre Carta Bianca, il destinatario del messaggio è lo stilista Roberto Cavalli, ex amico dell’imprenditore italiano. Il motivo di tanto accanimento? Probabilmente la rivalità negli affari: entrambi, infatti, si sono lanciati – con successi alterni – nel settore della ristorazione e dei locali d’intrattenimento.

LEGGI ANCHE > Briatore attacca le bufale del gossip sulla crisi con la Gregoraci

BRIATORE CAVALLI BOTULINO, GUARDA IL VIDEO

BRIATORE CAVALLI BOTULINO, LA PROVOCAZIONE

Briatore sostiene che lui, grazie al successo ottenuto, sta continuando ad aprire i locali, mentre Roberto Cavalli li sta chiudendo. «Roberto è fuori e dire che una volta era una persona perfetta – ha detto Briatore -. Ha queste provocazioni da testa di cavolo. Poi è normale che gli mando le foto con i miei locali pieni e con i suoi vuoti».

L’imprenditore, poi, ha chiarito la sua posizione sulla provocatoria frase «con 1300 euro al mese non si vive», utilizzando come termine di paragone Montecarlo, dove lo stipendio minimo è di 2000 euro. Inoltre, ha dato la sua definizione di ricchezza: «Serve quando stai male e puoi avere il miglior dottore al mondo – dice Briatore -. L’imprenditore deve creare ricchezza anche per gli altri non solo per se stesso».