Tiziano Ferro cancella un post in cui esaltava le scritte sui muri con le sue canzoni

di Redazione | 04/09/2017

Tiziano Ferro

Tiziano Ferro ha rimosso un post dal suo profilo Facebook in cui si definiva commosso per chi utilizza le sue canzoni per comunicare il proprio amore con le scritte sui muri. Il cantante aveva condiviso una foto in cui si poteva leggere “E stato attenta a non amare prima di incontrarti”, per commentare con queste parole: «Il fatto che qualcuno scelga una mia frase per urlare il proprio amore sul muro mi commuove sempre. Per un attimo mi sembra che i social network non abbiano rovinato tutto. Detto ciò, grazie ai social network, vi comunico che tra poco uscirà un nuovo singolo. Un pezzo di cuore. VALORE ASSOLUTO, 8 settembre 2017».

TIZIANO FERRO ESALTA SU FACEBOOK LE SCRITTE SUI MURI CON LE SUE CANZONI

Il post ha generato una forte polemica, visto che anche se involontariamente Tiziano Ferro esaltava scritte che deturpano edifici o monumenti. Il popolare sito Roma fa schifo ha criticato il cantante con un «maledetto». Retake Roma, movimento che si batte contro il degrado della capitale, ha scritto una lettera aperta al cantante in cui si rimarcava come siano stati cancellati o bloccati molti commenti negativi scritti da numerosi utenti, lasciati sulla pagina di Tiziano Ferro prima della rimozione del post. «Alcuni giorni fa lei ha pubblicato un post in cui si dichiarava commosso per aver trovato il verso d’amore di una sua canzone scritto su un muro, oltre a cogliere l’occasione per promuovere il suo nuovo album. I commenti critici sono stati in gran parte cancellati, le persone bloccate. Ora, va bene tutto: la promozione, la necessità di mantenere un’immagine all’altezza dei suoi sponsor, il linguaggio e l’attitudine giovanile…uello che non va è nascondersi alle critiche, mettendole a tacere. Le scritte vandaliche sono tra le principali cause del degrado estetico della città, oltre che una testimonianza di mancanza di senso civico, fattori che hanno le maggiori ricadute negative sulle persone con minori possibilità economiche e sociali. Ci sorprende che una persona come lei, giovane, ricca, istruita, di successo, che può parlare a molte persone, lodi azioni vandaliche solo per vendere un po’ di più. Episodi come questo ci confermano che dobbiamo continuare ad impegnarci, chiedendo, anche a lei, di adottare comportamenti e parole di responsabilità nei confronti della nostra amata città».