Los Angeles cancella la festa di Cristoforo Colombo, considerato «sterminatore di nativi»

di Redazione | 01/09/2017

columbus day

C’è sconcerto tra gli italo-americani di Los Angeles dopo la cancellazione del Columbus Day. Il consiglio comunale della città californiana ha deciso di annullare la festa del 12 ottobre in onore di Cristoforo Colombo per rimpiazzarla con la ‘Giornata della Gente Indigena’ in quello che sembra essere un attacco alla figura del navigatore italiano.

LOS ANGELES ANNULLA IL COLUMBUS DAY

Come spiega Flavio Pompetti sul Messaggero, la festa del Columbus Day era stata già abolita nel 2009 dal governatore della California Arnold Schwarzenegger per ridurre le spese di bilancio in un momento in cui lo Stato era sull’orlo della bancarotta. Da allora solo Los Angeles continuava a celebrarla come festività pagata per i dipendenti pubblici. La mozione presentata in consiglio comunale, sulla quale si sono scontrati due democratici, chiedeva di «smantellare una celebrazione fatta a spese della comunità, del genocidio della popolazione indigena». In realtà Colombo non mise mai piede in territorio statunitense e non fu lui ad introdurre la schiavitù nel nuovo mondo. Come ricorda ancora il Messaggero, gli indiani la praticavano sui nemici sconfitti, insieme ad altri abusi. Casomai il navigatore paga lo scotto di aver introdotto il concetto di sfruttamento commerciale della schiavitù, che era diffuso nella cultura europea ed estraneo a quella indigena americana, di aver fatto da anello di congiunzione di due culture.

Quella odierna è dunque una cattiva revisione della storia. E il Columbus Day ne paga le conseguenze. La designazione della festa diventata negli anni la giornata dell’orgoglio italiano in America, fu fatta nel 1937 sulla spinta di associazioni italiane che la richiedevano da decenni. Oggi è osservata in 25 Stati Usa su 50, ma le defezioni vanno man mano aumentando. La ‘Giornata della Gente Indigena’ è iscritta per il 12 ottobre sui calendari di Minneapolis, Phoenix e Seattle, negli Stati dell’Alaska e del Vermont.

(Foto Zumapress da archivio Ansa: Columbus Day Parade a New York. Credit: Corazon Aguirre / ZUMA Wire / ZUMAPRESS.com)