Nuovo tentativo di stupro a Rimini: arrestato uno straniero

di Redazione | 31/08/2017

aggressione razzista Rimini

Dopo l’odioso episodio di stupro che ha colpito Rimini negli scorsi giorni, quando a essere aggrediti sono stati una coppia di amici polacchi e una transessuale peruviana, un nuovo episodio di violenza sembra essersi verificato sulla riviera romagnola. La scorsa notte, sempre sulla spiaggia di Rimini, sul lungomare di Marina Centro, i carabinieri hanno arrestato un 34enne marocchino per estorsione e stupro.

LEGGI ANCHE > Stupro di Rimini, i due polacchi vittime dell’aggressione erano una coppia di amici

NUOVO STUPRO RIMINI, LA DINAMICA

Le forze dell’ordine sono state raggiunte in piena notte da una telefonata, effettuata da un uomo dalla voce evidentemente alterata dall’alcool. Nonostante ciò, i carabinieri si sono fatti indicare il luogo dell’accaduto e sono intervenuti in maniera tempestiva. La telefonata segnalava una donna in pericolo.

Arrivati sul posto, i carabinieri hanno immobilizzato l’uomo di origini marocchine, completamente nudo, mentre stava cercando di portare a termine la violenza sessuale. Nel mirino del 34enne c’era una donna di circa 40 anni, proveniente da Parma: quest’ultima era uscita da un locale notturno insieme al compagno ed è stata avvicinata dallo stesso uomo autore del tentativo di stupro.

NUOVO STUPRO RIMINI, L’INTERVENTO DELLE FORZE DELL’ORDINE

Quest’ultimo le ha strappato via il cellulare e le ha detto che, per riaverlo indietro, avrebbe dovuto concedersi a lui. A questo punto, il 34enne ha deciso di spingere la donna verso la spiaggia dove stava per commettere il reato, se non fosse stato fermato in extremis dai carabinieri. Il marocchino è stato arrestato sul fatto.