Le 4 mila mucche che voleranno in Qatar per sostituire il latte saudita

di Andrea Mollica | 13/06/2017

Qatar mucche

In Qatar saranno trasportate 4 mila mucche in aereo. Il più grande trasporto bovino su velivoli della storia. È grazie all’impegno di Al Khayyat, un imprenditore che principalmente si occupa di immobiliare, se il milione di abitanti che vive nell’emirato di Doha potrà avere ancora latte e formaggio fresco. Fino a una settimana fa i latticini arrivavano principalmente dall’Arabia Saudita, che ora però ha chiuso le frontiere col Qatar e reso impossibile l’importazione di molti prodotti alimentari. Una parte del fabbisogno alimentare sarà coperto, oltre alla scarsa produzione domestica, grazie ai latticini turchi e alle verdure e alla frutta in arrivo dall’Iran. Questo però non basta a soddisfare la richiesta degli abitanti del Qatar, e Al Khayyat ha deciso di rafforzare in modo rilevante la produzione interna di formaggio e latte. L’imprenditore ha comprato 4 mila mucche, in Australia e negli Stati Uniti. I bovini dovranno essere trasferiti con numerosi voli: Bloomberg stima che serviranno almeno 60 viaggi della Qatar Airways per far arrivare gli animali che pesano circa 600 chilogrammi l’uno. Le 4 mila mucche comprate da Al Khayyat dovrebbero coprire circa un terzo della domanda di latte fresco del Qatar entro la fine di giugno. L’isolamento imposto dall’Arabia Saudita e dai suoi alleati ha fatto esplodere il costo di trasferimento degli animali, moltiplicatosi di cinque volte a 8 milioni di dollari rispetto al normale trasporto su gomma.

Foto copertina: Patrick Seeger/dpa