La vegetariana licenziata dal supermercato perché non voleva toccare la carne

di Gianmichele Laino | 08/06/2017

vegetariana licenziata

Ipermercato Coop di Bologna. Alice, vegetariana di 33 anni, viene trasferita al reparto gastronomia dopo 8 mesi di contratti a tempo nella stessa catena. Quando, però, si trova di fronte la testa di un maiale morto, non resiste e scoppia a piangere. Chiede di essere trasferita in un altro reparto, ma la direzione risponde picche. E dal 31 maggio è stata licenziata.

LEGGI ANCHE: «Terrone di merda: lui reagisce e viene licenziato»

LA STORIA DELLA VEGETARIANA LICENZIATA

«Ho chiesto al direttore di essere trasferita ad altra mansione – dice Alice Blandini, siciliana trapiantata a Bologna – ma mi è stato detto che la cosa sarebbe stata limitativa per l’azienda. Non so se farò causa, perché non mi posso permettere un legale, ma trovo che la cosa sia stata molto ingiusta».

La ragazza, quindi, si è rivolta al sindacato Filcam-Cgil perché ritiene di essere stata discriminata a causa di una sua scelta di vita, quella di essere vegetariana e di non riuscire a stare a contatto né con la carne, né con il pesce. «Non ho mai preso un giorno di malattia – ha detto – e ho sempre svolto il mio lavoro con il massimo impegno. Ma il reparto gastronomia è stata una cosa insopportabile per me che sono vegetariana da 20 anni e faccio volontariato da 8».

LA REPLICA DELLA COOP ALLA VEGETARIANA LICENZIATA

Immediata la replica di Coop Alleanza 3.0: «Non l’abbiamo assolutamente discriminata. In ogni caso, se ritiene di essere vittima, può benissimo rivolgersi alla magistratura. Noi non siamo mai entrati nel merito rispetto alle scelte personali dei nostri lavoratori, ma anzi ci crediamo e ci impegniamo per il loro rispetto e per la loro tutela». Inoltre, l’azienda è entrata in merito al licenziamento della ragazza: «Il mancato rinnovo del contratto è legato all’incompatibilità tra le posizioni attualmente disponibili nel negozio (come quella al reparto gastronomia) e le richieste della stessa Blandini, che dichiara di non voler ricoprire questo tipo di mansione. Segnaleremo la signora Blandini per eventuali altre posizioni in linea con le sue richieste».

(FOTO: ARCHIVIO/ANSA)