Torino, infermieri e medici eroi: «Sono loro che hanno vinto la Champions»

di Gianmichele Laino | 05/06/2017

Torino

Una vera e propria emergenza per i reparti di pronto soccorso di Torino e dintorni. Nella notte tra il 2 e il 3 giugno, subito dopo i fatti di piazza San Carlo, gli ospedali della città piemontese sono stati presi d’assalto e medici, infermieri e personale al completo non hanno fatto mancare la loro professionalità, gestendo la situazione straordinaria senza perdere di vista gli altri pazienti.

LEGGI ANCHE: «Kevin, il bimbo cinese schiacciato in piazza San Carlo, è salvo»

IL POST SU FACEBOOK DEL DIRETTORE ASL TORINO

Un plauso e un ringraziamento – che è stato rivolto a tutte le strutture mediche che hanno prestato soccorso – arriva direttamente dal direttore della Asl 3 Flavio Boraso, che ha scritto su Facebook un post commovente, rivolto ai veri eroi di Torino.

Asl Torino

«Da direttore di Asl – si legge – permettetemi di fare i complimenti ai nostri eroi, quelli veri, non quelli che per alcuni milioni di euro corrono dietro a un pallone». Il direttore Boraso ricorda come il personale del pronto soccorso abbia gestito l’emergenza in sole quattro ore, con spirito di sacrificio.

«Spesso i giornali scrivono male delle strutture di pronto soccorso – continua Boraso -, ma dobbiamo sempre ricordarci di chi è sempre lì, di giorno e di notte, con la porta sempre aperta». Infine, un ulteriore attestato di stima per tutti i dipendenti: «Ai miei ragazzi e a tutto il sistema di emergenza torinese senza distinzioni dico grazie. La coppa l’avete vinta voi».

Ed è stato davvero enorme il lavoro delle strutture mediche, che hanno dovuto far fronte all’ondata di 1527 feriti, alcuni anche in gravi condizioni. Questa mattina, in alcune strutture ospedaliere, erano terminate addirittura le scorte di ago e di filo per effettuare le operazioni di sutura. Un esempio di abnegazione e di grande umanità, che ha portato – in qualche caso – anche a salvare vite (si veda la vicenda del piccolo Kevin). Nella notte di Torino, buia sia dal punto di vista sportivo, sia dal punto di vista della cronaca, c’è da segnalare la splendente rivincita del pronto soccorso.