Kelvin, il bimbo cinese schiacciato in piazza San Carlo è salvo

di Redazione | 05/06/2017

Kevin Torino

Kevin Liu è salvo. Il bambino di genitori cinesi che è stato schiacciato dalla folla in piazza San Carlo si trova in coma farmacologico ma secondo i medici dell’ospedale di Torino dove è ricoverato è salvo. Kevin è in prognosi riservata al Regina Margherita, ma secondo i dottori del nosocomio il piccolo, di soli 7 anni, non è più in pericolo di vita. Lo scrive il Corriere della Sera di oggi, che ha intervistato i genitori del bambino. Suo padre Quinquang Liu gestisce insieme alla moglie Lin un negozio di bigiotteria nel quartiere Mirafiori, una delle zone più popolose di Torino. Kevin è il più piccolo dei quattro figli della famiglia cinese, ed è un grande appassionato di calcio. I genitori e la sorella Zhiji hanno raccontato come il sogno di Kevin fosse andare a Cardiff a vedere la Juventus, la squadra del cuore del piccolo. I genitori però non potevano permettersi una simile spesa, ma avevano promesso a Kevin che se fosse stato promosso con buoni voti a scuola l’avrebbero portato a vedere la partita al maxi schermo allestito in piazza San Carlo a Torino. Il piccolo non aveva una maglia della Juventus, e per quello si è messo al collo una vecchia bandiera, che gli copriva anche la schiena.

KEVIN, IL BIMBO CINESE SALVO DOPO ESSER CADUTO IN COMA DOPO IL CAOS DI PIAZZA SAN CARLO

La famiglia aveva accompagnato Kevin in piazza San Carlo, ma dopo lo scoppio del caos il piccolo è stato perso dai genitori. La sorella è gli stata vicina, ed è riuscita a tenere sollevata la testa del suo fratellino, mentre la calca passava sopra il suo piccolo corpo. Un immigrato africano ha visto la scena ed è riuscito a frenare le persone dal dirigersi nel luogo dove si trovava Kevin, salvandogli molto probabilmente la vita. come rimarca Zhiji al Corriere della Sera.

Mi sono messa a gridare, sostenevo la testa di mio fratello. Un uomo di colore ha visto tutto e si è messo a urlare, a fermare la gente. Mi ha aiutato e vorrei trovarlo per ringraziarlo. Poi gli infermieri ci hanno portato in ospedale.

I genitori, informati da persone in piazza di quanto successo al figlio, hanno ritrovato Kevin e Zhiji all’ospedale Regina Margherita. La vita di Kevin è salva, anche se la sua degenza potrebbe essere lunga. Foto copertina: ANSA/ALESSANDRO DI MARCO