Londra ripiomba nel terrore: attacco London Bridge. Almeno 6 morti e 48 feriti | LIVE

di Redazione | 04/06/2017

london bridge

Un veicolo è piombato sul London Bridge, a Londra, per travolgere alcuni passanti. Subito dopo si è scatenata la caccia ai terroristi che, secondo quanto riporta Scotland Yard, erano tre. Il commando aveva con sé lunghi coltelli e cinture esplosive alla vita rivelatesi poi false. La banda dopo aver guidato il veicolo è fuggita a piedi verso Borough Market, accoltellando le persone che si trovavano davanti. La polizia ha reagito sparando e colpendo a morte i terroristi.
Le vittime dell’attacco londinese sono almeno sei: 48 i feriti soccorsi dal servizio ambulanze di Londra e ricoverati in sei diversi ospedali della capitale.
Qui sotto uno degli attimi concitati in cui la polizia invita i presenti a stare giù e fermi:

guarda il video:

Le immagini, scattate da un fotografo italiano, di due assalitori colpiti a morte sono state diffuse dalla Bbc e hanno fatto il giro del mondo.

LEGGI ANCHE > Londra: le urla dei poliziotti nel pub. «State giù»| VIDEO

ATTACCO LONDON BRIDGE: LE REAZIONI

Il primo ministro Theresa May, informata in tempo reale sull’evoluzione dell’attacco, ha parlato di ‘atto terroristico‘ e ha convocato per la mattinata di domenica il comitato di emergenza. Preoccupante è che l’attentatosi arrivato ora a cinque giorni dalle elezioni britanniche. Il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, musulmano e figlio di immigrati pachistani, ha condannato l’accaduto definendo «codardo e deliberato» l’attacco. E da Washington il presidente Usa Donald Trump twitta: «Qualunque cosa gli Usa possano fare per aiutare Londra ed il Regno Unito, noi saremo al vostro fianco. Siamo con voi, che Dio vi benedica». E ha rilanciato un travel ban per «un livello extra di sicurezza».

ATTACCO LONDON BRIDGE: CI SONO ITALIANI?

La Farnesina sta verificando il coinvolgimento di italiani. Nelle fasi convulse dell’attentato Scotland Yard ha chiesto di allontanarsi dalla zona del centro e la polizia ha diffuso sui social network indicazioni, raccomandando di mettersi al sicuro, nascondersi e chiamare i soccorsi appena possibile.