Lo spot della compagnia telefonica del Kuwait contro i kamikaze | VIDEO

di Gianmichele Laino | 29/05/2017

Zain

Ha unito il marketing alla comunicazione sociale. Zain, la compagnia telefonica del Kuwait ha messo in rete uno spot di circa 3 minuti che sta spopolando su YouTube (2,3 milioni di visualizzazioni in poco tempo). In occasione del Ramadan iniziato venerdì scorso, infatti, l’azienda si è inventata un video che mostra, in maniera alternata, le immagini di un kamikaze intento a preparare un attentato e quelle di una coppia che si appresta a vivere un momento di festa come il matrimonio.

LEGGI ANCHE: «Iraq, le autorità curde: l’Isis ha rapito 400 bambini per usarli come kamikaze»

GUARDA LO SPOT DELLA COMPAGNIA TELEFONICA ZAIN

La voce fuoricampo di un bambino annuncia: «Dirò tutto a Dio: avete riempito i cimiteri di piccoli innocenti e avete svuotato le aule scolastiche». Ma è tutto pronto per l’attentato a un autobus: l’assalitore sale sul mezzo e tuttavia incontra l’opposizione di altre persone che, cantando, lo invitano a non premere il pulsante della sua cintura esplosiva.

Lo spot ha sfruttato anche immagini reali, provenienti direttamente dai luoghi degli attentati terroristici. E omaggia anche il piccolo Omran, il bambino immortalato da uno scatto fotografico sul sedile di n’ambulanza durante un bombardamento ad Aleppo, il volto imbrattato di sabbia e sangue. Il tutto sulle note della pop-star locale Hussain al Jassmi. Il video, insomma, è una sorta di manifesto programmatico dell’islam moderato, nei confronti di ogni estremismo, rappresentato dai gruppi terroristici dell’Isis e di Al-Qaeda.

IL MESSAGGIO DIFFUSO DA ZAIN

«Adora Dio con l’amore e non con l’odio» si legge nello spot. Alla fine, il kamikaze, frastornato dalla folla di persone che lo incalza, spinge l’interruttore della cintura esplosiva, ma non semina morte. Anzi, l’innesco fa partire i fuochi d’artificio per la festa di matrimonio delle primissime immagini. L’ultima scritta, che appare in sovrimpressione su uno sfondo nero, recita: «Affronteremo il loro odio con canzoni d’amore».

(FOTO da YouTube – canale Blitz TV)